Pezzo di stoffa: un libro per “ricucire” le emozioni dopo il Covid

Come far riconoscere ai bambini le emozioni e le espressioni dei volti nascosti da una mascherina? La cooperativa Noi e gli Altri ha promosso la nascita del libro “Pezzo di Stoffa” scritto da David Catani e distribuito ora gratuitamente agli alunni che frequentano le mense scolastiche gestite dalla cooperativa.
Pezzo di stoffa librojpeg
Storie di impresa… sociale

Gli addetti ai lavori stanno segnalando che un giovanissimo su dieci vive in uno stato di disagio psicologico legato alla mascherina. “I bambini trattano la mascherina come oggetto transizionale, come il ciuccio o un peluche, perché la vedono come simbolo di sicurezza, di vita e quindi di futuro e che eliminarla ora, quando ancora il virus è ancora in circolazione, è una richiesta difficile da elaborare” ha dichiarato nei giorni scorsi Emanuele Caroppo, referente regionale per l’Oms per il Covid e la salute mentale.

L’utilizzo della mascherina ha un importante impatto anche sullo sviluppo emotivo dei bambini perché una parte significativa della comunicazione, fino ai 10 anni di età, è di tipo non verbale, espresso in larga parte dall’espressioni del volto. Nel corso degli ultimi due anni i bambini non si sono di fatto più allenati nel riconoscimento delle emozioni e uno studio del 2021 ha evidenziato che solo 4 volte su 10 i bimbi più piccoli riescono a riconoscere le espressioni in persone coperte dalle mascherine. D’altra parte, l’utilizzo corretto della mascherina rimane uno dei dispositivi di protezione dal Covid più efficaci.

Come conciliare i pro e i contro dell’uso della mascherina e ricucire le emozioni dei bambini e dei loro genitori intorno a questo tema? La cooperativa Noi e gli Altri ha pensato di dare una mano con uno strumento semplice, alla portata di tutti e a misura di bambini: raccontare una storia. Ne è nato “Pezzo di Stoffa”, un progetto letterario rivolto a bambini, ma non solo, che racconta l’incredibile avventura di un semplice pezzetto di stoffa alla ricerca del suo posto e ruolo nel mondo, affrontando un viaggio costellato di scoperte e da incontri con interessanti e simpatici personaggi. Si tratta di una fiaba breve volta a stimolare il pensiero critico e la messa in parola delle diverse emozioni vissute durante gli anni segnati dalla pandemia da Covid-19, accompagnando allo stesso tempo i suoi giovanissimi lettori a immaginarsi protagonisti di un futuro tutto da costruire grazie alla forza della loro sconfinata creatività.

Copertina libro "Pezzo di stoffa"
La copertina libro “Pezzo di stoffa”

Soggetto e testo sono una produzione originale di David Catani, educatore professionale con la passione per i viaggi e la scrittura. Le illustrazioni sono state realizzate da Giulia Sirianni, giovane artista valdostana che vive e lavora da qualche anno in Inghilterra, mentre il prodotto grafico è stato curato interamente da Samuel Giudice, Direttore Artistico presso Stopdown Studio.

La cooperativa sociale Noi e gli Altri di Aosta, intravista la valenza educativa del progetto, ha finanziato la creazione del libro e la sua stampa presso Musumeci Spa. A febbraio 2022 è iniziata dunque la distribuzione gratuita di Pezzo di Stoffa agli alunni e alle alunne frequentanti le mense scolastiche gestite dalla cooperativa prevedendo di raggiungere nei prossimi mesi i servizi di prima infanzia e le biblioteche della Valle d’Aosta.

Una risposta

  1. Come far riconoscere ai bambini le emozioni e le espressioni dei volti nascosti da una mascherina? TOGLIERLA e vivete la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Storie di impresa… sociale
Storie di impresa… sociale