Il 2022 è stato l’anno più caldo dal 1961 secondo il Rapporto Snpa

Plateau Rosa ad agosto 2022

Il dato emerge dal Rapporto “Clima Italia” 2022 del Sistema nazionale protezione ambiente. Nella parte dedicata alla nostra regione ha contribuito Arpa VdA, che spiega come “in diverse occasioni è stato raggiunto il minimo storico dall’inizio delle misurazioni” della neve.

Com’è stata la qualità dell’aria in Valle d’Aosta nel 2022?

Panorama Foto Twitter Arpa VdA

Dal rapporto sintetico sulla Qualità dell’aria stilato da Arpa emerge che l’aria nel 2022 è stata “complessivamente buona”. Alcuni dati di confronto oscillano – dopo un 2019 dal meteo peculiare ed un 2020 influenzato dalle restrizioni dovute alla pandemia -, con nel mirino l’ozono, l’inquinante “critico”.

La qualità dell’aria in Valle d’Aosta nel 2021 è stata molto buona

Panorama Foto Twitter Arpa VdA

A dirlo è l’Arpa Valle d’Aosta, nel suo report sulla qualità dell’aria. I livelli degli inquinanti e delle polveri sottili sono rimasti tutti sotto i limiti normativi a parte l’ozono, per il quale si conferma il superamento dell’obiettivo a lungo termine come negli scorsi anni.

A febbraio la qualità dell’aria in Valle è migliorata

La piana di Aosta fotografata il 26 febbraio 2022 da Sandro Bonin

Nel suo report l’Arpa Valle d’Aosta spiega che la qualità dell’aria nel mese di scorso “è stata complessivamente buona”. Le temperature miti e l’assenza di precipitazioni sono state compensate da diversi giorni nei quali il vento ha “ripulito” l’aria abbassando i valori di concentrazione degli inquinanti.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte