Appalto rifiuti di Aosta, si va verso la quinta proroga

A spiegarlo, in Consiglio comunale e tra gli strali dell'opposizione, l'Assessore all'Ambiente Sartore. Il servizio, oggi, è gestito in proroga dalla ditta Quendoz Srl di Jovençan.
Ambiente

Non si “sblocca” l’appalto per la raccolta dei rifiuti e per l’igiene urbana del Comune di Aosta, per il quale sarà ora necessaria una quinta proroga, dopo quella annunciata fino a domani, 31 dicembre.

A spiegarlo, oggi in Consiglio comunale – riunito e subito sospeso per analizzare nella capigruppo la 33 mozioni collegate al Bilancio presentate dall’opposizione –, l’Assessore all’Ambiente Loris Sartore.

Il bando di gara – un maxi-appalto da oltre 30 milioni di euro in sei anni, nato dopo un lunghissimo confronto tra le mura comunali nel 2019 –, si è “impantanato” altre volte: dopo l’offerta considerata “anormalmente bassa” presentata dalla società De Vizia Transfer SpA, e dopo il ricorso al Tar presentato dalla ditta Quendoz Srl a febbraio.

La proroga – atto dovuto per non scoprire il servizio – è stata presentata con una delibera di Consiglio comunale tra gli strali lanciati dai banchi dell’opposizione, che imputano all’Assessore e alla maggioranza scarsa programmazione, ritardi e mancanza di proposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Comuni
Ambiente