Lago di Lod, la Regione si costituisce in giudizio al Tribunale superiore delle acque

La Regione, via delibera di Giunta, ha deciso la costituzione in giudizio riguardo il ricorso presentato allo stesso organo giurisdizionale da Legambiente e dal Comitato per la salvaguardia del Lago di Lod sul progetto di un impianto idroelettrico per l’utilizzo del bacino di Chamois come vasca di accumulo.
Lago di Lod Chamois foto Alice Dufour
Ambiente

La Regione ha deciso la costituzione in giudizio davanti al Tribunale superiore delle acque pubbliche di Roma riguardo il ricorso presentato allo stesso organo giurisdizionale da Legambiente Valle d’Aosta e dal Comitato per la salvaguardia del Lago di Lod sul progetto di un impianto idroelettrico per l’utilizzo del bacino di Chamois come vasca di accumulo.

La decisione emerge dall’elenco delle delibere di Giunta regionale, pubblicate oggi, lunedì 13 giugno.

Il ricorso di Legambiente del Comitato – annunciato a fine aprile – chiedeva l’annullamento dei decreti 54/2022 e 56/2022 e della delibera di Giunta regionale 1448/2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte