Saint-Vincent, scuola di Moron: cantiere troppo lento, in arrivo la risoluzione del contratto

Fermo il cantiere per la ristrutturazione dell’edificio scolastico in frazione Moron, a Saint-Vincent. La ditta è inadempiente, così l'amministrazione comunale sceglie la risoluzione del contratto.
Scuola in costruzione a Moron (Saint-Vincent, AO).
Comuni

Il Consiglio comunale di Saint-Vincent, riunitosi martedì 12 luglio, si è concentrato sul cantiere della scuola di Moron, frazione della località termale.

Tra i punti all’ordine del giorno era infatti presente una mozione sull’andamento dei lavori della scuola. Nell’ultima adunanza, quella del 30 maggio, il primo cittadino Francesco Favre aveva già riferito che il cantiere per la ristrutturazione dell’edificio scolastico era fermo. La data presunta di fine lavori era giugno 2022.

L’opposizione è tornata alla carica ieri sera. “Manca un Assessore ai lavori pubblici che segua i cantieri più importanti, come la costruzione di una scuola” ha dichiarato l’ingegnere Erik Camos, consigliere di minoranza. “Su questi cantieri ci vanno più attenzione, più controllo e soprattutto una maggiore collaborazione. Di fronte a opere così importanti maggioranza e minoranza devono remare dalla stessa parte per arrivare alla loro conclusione”. Camos ha proseguito domandando quali procedure si intendono adottare affinché i lavori ripartano il prima possibile e si arrivi alla conclusione della scuola in tempi ragionevoli. “Chiedo l’impegno di Sindaco e Assessore all’istruzione a relazionare ad ogni Consiglio comunale circa l’andamento dei lavori e le azioni messe in atto per raggiungere il completamento dell’immobile. Richiedo inoltre un sopralluogo al cantiere per capire cosa è stato fatto fino adesso”.

Il consigliere ha concluso mettendo in guardia sui futuri extra-costi a carico del Comune. Secondo la più recente normativa (decreto 50 del 2022) “tutti i lavori in corso devono essere adeguati al prezzario vigente nel 2022. Meno lavori sono stati fatti, più extra-costi avrà il Comune. Già nel periodo Covid i lavori erano fermi. Sarebbe stato meglio fossero andati avanti allora quando i prezzi dei materiali erano bassi, mentre ora sono esplosi”.

Camos ha infine ricordato “nella commissione consiliare del dicembre 2021 avevo chiesto al responsabile unico del procedimento (RUP) una relazione sull’andamento dei lavori perché c’erano già serie avvisaglie che le cose non stessero andando bene”. Relazione mai ricevuta dall’ingegnere.

Le risposte del Sindaco Francesco Favre non si sono fatte attendere. “Parlo in qualità di Assessore ai lavori pubblici, qui presente. Il fatto che l’Assessore ai lavori pubblici sia il Sindaco garantisce una presenza continua sul territorio”.
“Confermo come già anticipato nello scorso Consiglio che sono state avviate le procedure per la risoluzione del contratto da parte dell’ufficio tecnico. L’amministrazione ha tentato in ogni modo di portare a termine l’edificio nel rispetto del presente contratto, ma senza risultati”.

Il primo cittadino parla di “un cantiere che già era estremamente rallentato”. “C’erano dei tempi definiti dal contratto da rispettare. Parliamo di un cantiere in corso, ereditato dalla precedente amministrazione, sul quale non abbiamo potuto incidere fin dall’inizio. Ci impegniamo a tenere informato il Consiglio sui futuri sviluppi”. Il Sindaco afferma “la ditta è inadempiente: non esegue i lavori, non va in cantiere. Faremo di tutto per portare a compimento l’edificio”.

La consigliera di minoranza Carmen Jacquemet ha ricordato come negli ultimi anni scolastici famiglie, alunni e insegnanti hanno vissuto una situazione di difficoltà perché costretti all’interno di un edificio che non è stato costruito per ospitare due plessi distinti.

La mozione ha ottenuto 4 voti favorevoli da parte dei consiglieri di minoranza presenti (Camos, Iiriti, Merlin, Jacquemet) e 10 contrari. Secondo la maggioranza la mozione presentata era già stata superata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Comuni, Società