Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 12 Febbraio 2021 16:51

Bambino cade da un gioco a Donnas: sta bene, ma tanta paura

Donnas - Il piccolo, 9 anni, è stato condotto in ospedale e trattenuto in osservazione. Oggi potrà tornare a casa. Il Sindaco: “si è spezzata a metà una corda, non si capisce cosa sia successo”. La minoranza: “dai genitori segnalazioni sui giochi inadatti”.

Castello gioco DonnasIl gioco da cui è caduto il bimbo.

Spavento ed apprensione ieri, giovedì 11 febbraio, a Donnas, per la caduta di un bambino di 9 anni da un gioco nell’area di viale Selve, nei pressi del Municipio e dalle scuole elementari del paese. Il piccolo, soccorso in ambulanza dal 118, è stato trattenuto in osservazione in ospedale per un lieve trauma cranico e in giornata, a quanto si apprende, potrà fare ritorno a casa.

Alla base della caduta, da poco più di un metro da terra, vi è la rottura della corda di uno degli anelli posti lungo un asse sul gioco. “Si è spezzata a metà, proprio come se fosse stata tagliata, – spiega il sindaco, Amedeo Follioley – ma non si capisce bene cosa sia successo. Faremo delle verifiche, perché vogliamo capire anche noi”.

Sull’accaduto si registra anche la presa di posizione della minoranza in Consiglio comunale: “Sull’episodio non vogliamo esprimerci. L’unica cosa importante è che il piccolo non abbia avuto conseguenze gravi come all’inizio sembrava”. I consiglieri di opposizione non nascondono, però di aver “avuto diverse telefonate da genitori che lamentano che i giochi posti in quel parco sono inadatti per bambini in età scolare”.

Un appunto che il Sindaco rimanda al mittente, sottolineando di non aver ricevuto segnalazioni in merito e che “il parco è stato aperto nel 2007/8, con giochi forniti per quella fascia d’età”. Agli occhi del primo cittadino, l’incidente di ieri è ancora meno comprensibile dal momento che era “stata fatta manutenzione all’area in vista della ripresa scolastica”, lo scorso autunno.

“Sono, come si può immaginare, state due giornate non semplici, perché siamo padri di famiglia. La cosa che mi rincuora – conclude Foliolley – è che oggi il bimbo torna a casa”. L’area di viale Selve ha una superficie di 390 metri quadrati e, come si legge sul sito Internet del Comune, “viene utilizzata dalle scuole elementari del capoluogo, ma è accessibile a chiunque”.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo