Inchiesta Coronavirus, i Nas al “Cottolengo” di Saint-Vincent

Nell'accesso alla struttura, i militari hanno acquisito documentazione, anche clinica, e sentito alcuni dipendenti della struttura, all'interno della quale, in una visita resa nota il 10 aprile, 17 ospiti su 18 erano risultati positivi a Covid-19.
anziani, vecchi, microcomunità
Cronaca

Delegati dalla Procura di Aosta, i Carabinieri del Nucleo antisofisticazioni sono stati all’ospizio “Piccola Casa della Divina Provvidenza Cottolengo” di Saint-Vincent. Nell’accesso hanno acquisito documentazione, anche di carattere clinico, e sentito alcuni dipendenti della struttura, all’interno della quale sono deceduti alcuni anziani e – come comunicato dalla stessa amministrazione regionale lo scorso 10 aprile – nell’ambito di una visita effettuata dai medici dell’Usl, dei 18 ospiti presenti, 17 erano risultati positivi al nuovo Coronavirus.

Gli accertamenti condotti nella cittadina della media valle rientrano nel fascicolo – coordinato dal pm Francesco Pizzato – che ha visto gli inquirenti interessarsi anzitutto alla situazione dell’ospizio “Refuge Père Laurent” di Aosta (ove, nell’ultimo mese, 36 ospiti su 120 hanno perso la vita e 47 degli attuali sono risultati positivi al tampone sul Covid-19) e, in seguito, acquisire dall’Usl la documentazione relativa ai 118 anziani ospiti di altre microcomunità del territorio contagiati, sui 759 sottoposti a test.

0 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte