Inchiesta Coronavirus, i Nas nel reparto di psichiatria dell’Usl

A seguito di un esposto su presunte criticità nella gestione dell’emergenza da Covid-19 e nelle forniture di dispositivi protettivi al personale. L’accesso dei Carabinieri rientra nel fascicolo relativo alle situazioni di varie strutture nella regione aperto dal pm Pizzato.
USL - Ex Maternità
Cronaca

Nuovo sopralluogo dei Carabinieri del Nas di Aosta, su delega della Procura, nella mattinata di oggi, mercoledì 27 maggio. I militari si sono recati nel reparto di psichiatria dell’Usl, ospitato dalla “ex maternità” in via Saint-Martin-de-Corléans, nel capoluogo regionale. L’iniziativa inquirente giunge a seguito di un esposto su presunte criticità nella gestione dell’emergenza da Covid-19 e nelle forniture di dispositivi protettivi al personale.

L’accesso rientra nel fascicolo, di cui è titolare il pm Francesco Pizzato, relativo all’emergenza sanitaria per il diffondersi del virus nella regione, che ha visto i Carabinieri entrare in più strutture della regione ove si sono registrati decessi per il virus, in particolare tra gli anziani. Al momento, le risultanze investigative raccolte hanno condotto la Procura a formulare le ipotesi di omicidio colposo plurimo ed epidemia colposa rispetto al Refuge Père Laurent di Aosta, casa di riposo privata di proprietà della Diocesi, convenzionata con l’amministrazione regionale.

Ancora in via di approfondimento inquirente il materiale prelevato (e le testimonianze acquisite) nelle altre realtà in cui sono stati i militari: il reparto di chirurgia vascolare dell’ospedale “Parini” (per prelevare documentazione su un intervento eseguito dal chirurgo vascolare Gianluca Iob in aprile, alcuni giorni dopo essere risultato positivo al tampone e successivamente guarito), nell’Istituto clinico Valle d’Aosta di Saint-Pierre, alla Piccola casa della Divina Provvidenza Cottolengo di Saint-Vincent, in vari centri anziani di Aosta, nella casa di riposo “Saint-Leger” di Aymavilles e al “Foyer de vie” di Doues.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte