Rapina ad Aosta nella notte di San Grato, due arresti

In manette sono finiti un 23enne e un 33enne. Sono stati identificati negli accertamenti della Polizia su un gruppo di quattro persone che aveva colpito un 33enne in centro ad Aosta, per rubargli un cellulare di ultima generazione.
Polizia furti
Cronaca

Due uomini, il 23enne Zakaria Zegoudia e il 33enne Altvaldo Aliaj, rispettivamente di nazionalità marocchina e albanese, sono finiti agli arresti domiciliari, con l’accusa di rapina aggravata. Ad eseguire l’ordinanza del Gip del Tribunale, spiccata negli scorsi giorni, gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Aosta.

I fatti risalgono alla notte di San Grato, lo scorso 7 settembre, nel capoluogo regionale. Attorno alle 23, stando a quanto ricostruito dalla Polizia, un 33enne esce da un bar in via Monte Solarolo e, arrivato in piazza della Repubblica, viene avvicinato da quattro persone. Lo colpiscono con una bottiglia, inizialmente al capo, poi scatta una serie di calci. L’obiettivo, riferirà la vittima, è il suo cellulare, di ultima generazione.

Sul posto, dopo l’allarme dato da alcuni passanti, intervengono le Volanti. Dagli accertamenti successivi, che hanno impegnato la Mobile, vengono identificati Zegoudia e Aliaj, riconosciuti come due delle persone che facevano parte del gruppo di rapinatori. Gli inquirenti (il fascicolo è affidato al pm Manlio D’Ambrosi) chiedono quindi la misura cautelare, concessa dal Gip e che ha portato ai fermi.

Oltre all’arresto per la rapina, i due sono stati denunciati anche per lesioni aggravate sul 33enne rapinato. Visitato in Pronto soccorso dopo i fatti, gli sono state riscontrate ferite giudicate guaribili in dieci giorni.

2 risposte

  1. Provate a farvi un giro nei giardini di via Monte Solarolo appena inizia a fare buio…
    Polizia? Carabinieri? Polizia locale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte