Galleria 

Vigili del fuoco, addestramento con corde e su tralicci

Concluso oggi il primo corso speleo-alpino-fluviale basico per il Corpo valdostano. Al momento sono state formate nove risorse e l’iniziativa verrà estesa a tutto il personale del comando. Simulati tutti gli ambienti operativi.
Cronaca

Migliorare le attuali tecniche degli operatori nella movimentazione su corde e nell’utilizzo di attrezzature e tecniche di derivazione speleo-alpinistica. Ecco l’obiettivo di un corso, conclusosi oggi dopo tre settimane di formazione teorica e pratica, rivolto al Corpo valdostano dei Vigili del fuoco.

Con questa prima sessione sono state formate nove unità e il modulo verrà esteso a tutto il personale del comando. L’iniziativa si prefigge anche di applicare tutte le prescrizioni di sicurezza relative al mondo del lavoro, come previsto da un decreto legislativo del 2008 e dai successivi regolamenti specifici per i Vigili del fuoco.

Per fare alcuni esempi, gli scenari d’incidente in cui si utilizzano le tecniche viste nelle lezioni sono la ricerca e il soccorso di persone in ambiente impervio e di montagna, il soccorso su strutture verticali come silos o tralicci, o il recupero di persone da vani ascensore, cisterne o serbatoi.

Inoltre, sulla base delle disposizioni delle norme antinfortunistiche, sono rientrate nella formazione ricevuta dai pompieri valdostani anche le manovre di autosoccorso e di soccorso al compagno di fune. Le tecniche permettono il soccorso sia in ambito urbano che industriale e in ambiente naturale.

Le sessioni formative si sono svolte nelle aree di formazione del Comando di Aosta, nelle strutture dell’Esercito Italiano all’eliporto di Pollein e in ambiente naturale. Le immagini di questa gallery si riferiscono, in particolare, a calate e recupero con e senza barella, svincolo di un pericolante su una fune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte