Arriva ad Aosta “Libri per le tue orecchie”, l’evento dedicato al mondo dell’audiolibro

Domenica 6 novembre ad Aosta si terrà una giornata dedicata al mondo dell’audio e alla lettura ad alta voce promossa dal Comune insieme alla casa editrice Emons Edizioni e con il sostegno della Fondazione Crt.
Piazza Chanoux, Aosta
Cultura

Domenica 6 novembre ad Aosta prenderà il via “Libri per le tue orecchie”, una giornata dedicata al mondo dell’audio e alla lettura ad alta voce promossa dal Comune insieme alla casa editrice Emons Edizioni e con il sostegno della Fondazione Crt.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere la lettura attraverso l’ascolto cercando di sensibilizzare il pubblico in un momento di grande apertura del mercato dell’audiolibro. La partnership con la casa editrice Emons, leader nel settore dell’audiolibro di qualità – spiega una nota da piazza Chanoux -, “nasce dalla volontà dell’Amministrazione comunale di offrire ai cittadini un’immersione nell’attuale produzione letteraria in audio, proponendo incontri che possano abbracciare trasversalmente gli interessi della popolazione, tra reading e laboratori, in una giornata densa di attività ad ampio raggio”.

Il programma

L’evento si aprirà alle 9.30 nella sala Hôtel des États del Municipio con “Piccoli audio-lettori”, momento dedicato al giovane pubblico (età consigliata dai 4 ai 10 anni) articolata in due sezioni: una di lettura ad alta voce e una di tipo laboratoriale. L’attività avrà inizio con una lettura ad alta voce di brani di Gianni Rodari a cura dell’attrice Valentina Virando, seguita da un laboratorio dedicato ai piccoli lettori tenuto dall’educatrice Marianna Mengarelli.

A seguire, alle 16, la manifestazione proseguirà con “Chez Proust. De À la recherche du temps perdu au Podcast”, dialogo tra la scrittrice Ilaria Gaspari e la docente dell’Università della Valle d’Aosta Teresa Grange sul podcast Chez Proust, un viaggio tematico alla scoperta della Recherche, un dialogo tra Francia e Italia sui temi del grande romanzo francese. Il confronto si svolgerà al Caffè Nazionale di piazza Chanoux, uno dei locali storici d’Italia, dove lo chef stellato Griffa delizierà gli ascoltatori con delle madeleine.

La giornata si concluderà alle 21 al teatro Giacosa – che tra pochi giorni riaprirà le porte agli spettatori – dove Massimo Popolizio leggerà pagine scelte dal capolavoro di Mary ShelleyFrankenstein” accompagnato dalla musicista Giovanna Famulari al violoncello.

L’apertura delle porte del teatro al pubblico avverrà a partire dalle 20.

Tutti gli eventi di “Libri per le tue orecchie” sono gratuiti, ad accesso libero fino a esaurimento posti. Per il solo laboratorio la partecipazione è a numero limitato. Per iscriversi è sufficiente inviare una e-mail a scuola@emonsedizioni.it entro venerdì 4 novembre.

“Il settore dell’audiolibro sta vivendo una fase espansiva sempre più rapida favorita dall’incrocio tra futuro e passato rappresentato dalla riscoperta del piacere dell’ascolto della lettura ad alta voce che rimanda alla dimensione della tradizione orale unito allo sviluppo tecnologico espresso dal digitale e dalla conseguente diffusione dei podcast – spiega l’assessore alla Cultura Samuele Tedesco -. Crediamo quindi che si tratti di un’espressione culturale che, seppure ancora di nicchia, sia destinata sempre più ad affiancare e le tradizionali forme di diffusione del pensiero quali libri e riviste cartacei o in formato e-book, radio, tv e web, e che, per questo motivo, risulti particolarmente interessante promuoverla attraverso eventi dedicati che ne facciano conoscere e apprezzare l’ancestrale potenza rappresentanza dalla parola detta nell’ambito delle iniziative pensate per lanciare la candidatura di Aostæ 2025”.

“‘Libri per le tue orecchie’ nasce come una giornata-evento realizzata con chi è maestro nel settore come l’editrice Emons – chiude Tedesco -, ma non nascondiamo che l’ambizione sarebbe quella di realizzare un vero e proprio ‘festival dell’audiolibro’ su più giorni con incontri letterari, eventi, attività laboratoriali, spettacoli e presentazioni di opere con la presenza dei maggiori player del settore, in parte anche raccogliendo, in chiave contemporanea, il lascito di Babel/Les Mots“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte