Mutui prima casa, finanziate dalla Giunta tutte le domande residue del 2019

Il finanziamento per le 84 domande - 58 domande di mutuo per la prima abitazione e 26 domande di mutuo per interventi di recupero edilizio privato - è di 14.161.000 euro.
Finaosta
Economia

Le 84 domande di mutuo prima casa e di recupero edilizio privato del 2019, rimaste inevase, hanno trovato oggi finanziamento. La Giunta regionale h approvato l’erogazione di ulteriori risorse per 14.161.000 di euro. 

“Al nostro insediamento, lo scorso 21 ottobre 2020, risultavano ferme 567 pratiche, per un totale di oltre 85,3 milioni di euro – sottolinea l’Assessore Marzi -. Già dal mese di dicembre 2020, con l’implementazione del fondo di rotazione attraverso un innesto di liquidità per l’importo di 12.250.000 di euro, tale importo si è ridotto a 66,5 milioni di euro. Successivamente, grazie ad ulteriori finanziamenti che abbiamo disposto nei mesi di gennaio, marzo e agosto, per un importo complessivo di 42,5 milioni di euro, risultavano ancora da finanziare 140 pratiche, per un totale di circa 21,5 milioni di euro”.

A novembre sono arrivati 6,5 milioni di euro per rispondere a 45 domande, tra cui 35 domande di mutuo per la prima abitazione.

“Oggi chiudiamo tutto il pregresso in sospeso – conclude l’Assessore –  finanziando le restanti 84 domande per un ammontare complessivo dell’importo di 14.161.000 di euro”.

Le 84 domande finanziate sulla disponibilità finanziaria del fondo di rotazione concernono 58 domande di mutuo per la prima abitazione e 26 domande di mutuo per interventi di recupero edilizio privato. Le domande verranno pertanto trasmesse nei prossimi giorni a Finaosta, e per conoscenza ai beneficiari, per il prosieguo dell’iter di erogazione.

Dopo la chiusura del 2020 per mancanza di Fondi, l’Assessore Marzi annuncia la volontà entro la fine del 2022 “di rendere di nuovo possibile la presentazione delle domande di mutuo”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia