Cantieri forestali e opere di pubblica utilità, previste oltre 400 assunzioni

Approvati dalla Giunta i relativi piano triennali. 375 operai per i cantieri forestali: 140 giornate fra marzo e dicembre. 35 operai per il piano nel settore delle opere di pubblica utilità: 140 giornate.
operai forestali
Lavoro

Saranno impiegati per 140 giornate, fra marzo e dicembre, i 375 operai che verranno assunti dalla Regione nell’ambito del piano degli interventi in amministrazione diretta dei cantieri forestali per il triennio 2022/2024, approvato ieri dalla Giunta regionale.

Il documento contiene il programma puntuale degli interventi da realizzare nel triennio, individuati sulla base delle esigenze espresse da Comuni, Consorzi di miglioramento fondiario, Stazioni forestali e strutture del Dipartimento risorse naturali.

Per la realizzazione del Piano la Giunta regionale ha impegnato per i prossimi tre anni quasi 12 milioni di euro.

Gli 87 cantieri forestali eseguiranno gli interventi programmati per garantire la cura e la valorizzazione del territorio regionale, dalla manutenzione della rete sentieristica alle sistemazioni idrauliche, dalla cura delle aree verdi alla tutela delle aree protette e delle piante monumentali, al fine di salvaguardare la risorsa boschiva, una tra le più importanti ricchezze della Valle d’Aosta.

“Il Piano triennale – spiega l’Assessore Davide Sapinet – rappresenta lo strumento più significativo per indirizzare le future politiche regionali verso una gestione sostenibile del patrimonio forestale, con l’obiettivo di garantirne, allo stesso tempo, la conservazione, migliorarne la resilienza rispetto ai cambiamenti climatici in atto e promuoverne l’utilizzo più funzionale alle necessità di crescita e di sviluppo delle nostre comunità locali. Un buon assetto forestale, che per essere tale deve essere continuamente mantenuto e curato, può inoltre garantire il contenimento dell’erosione dei versanti, delle piene e delle frane, oltre alla regolazione del clima, ma anche essere uno strumento di forte attrazione turistico-ricreativa e, non da ultimo, fornire prodotti che valorizzino la redditività del bosco”.

Sempre ieri, lunedì 14 marzo, è stato approvato anche il piano di interventi per la manutenzione ordinaria nel settore delle opere di pubblica utilità per l’anno 2022.

“Abbiamo elevato a centoquaranta il numero di giornate lavorative, in modo da arrivare a garantire per circa 6 mesi e mezzo all’anno la possibilità di lavoro. Il piano prevede l’assunzione a tempo determinato di circa 35 operai, reclutati mediante apposita graduatoria regionale. In continuità con l’attività già svolta negli anni precedenti, i lavoratori si occuperanno della pulizia e della manutenzione ordinaria su parti di immobili e strade regionali che collegano diverse località della regione”.

Il Piano è finalizzato a favorire il mantenimento del territorio e la manutenzione delle opere pubbliche, mediante l’impiego di lavoratrici di età superiore a quarantacinque anni e di lavoratori di età superiore a cinquanta anni, nonché di soggetti in possesso di certificazione di invalidità.

Con l’approvazione del piano di interventi per la manutenzione ordinaria nel settore delle opere di pubblica utilità per l’anno 2022, entro il prossimo 11 aprile potranno essere avviate le assunzioni attraverso apposita graduatoria regionale, di validità triennale, approvata nel maggio 2020 e valida fino a maggio 2023. La spesa complessiva prevista, comprensiva anche dell’acquisto dei materiali e delle attrezzature necessarie, è pari a 860.000 euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Lavoro
Lavoro