Bilancio, approvati ordini del giorno su povertà e riqualifica degli Oss

Dei 50 ordini del giorno presentati in sede di discussione della Finanziaria regionale sono sette quelli accolti dall'aula: 2 della Lega Vda, 4 di Pour l'Autonomie e uno dei capigruppo di maggioranza.
Immagine di archivio
Politica

Dei 50 ordini del giorno presentati in sede di discussione della Finanziaria regionale sono sette quelli accolti dall’aula.

Due, presentati dal gruppo Lega Vda e approvati all’unanimità, impegnano rispettivamente il Governo regionale a incontrare le organizzazioni sindacali per dare corso alle modalità di riqualifica professionale degli operatori socio-sanitari e a verificare e individuare in collaborazione con tutte le amministrazioni comunali della Valle d’Aosta la presenza di percorsi e itinerari outdoor che ben si prestano all’attività sportiva delle persone diversamente abili. L’iniziativa chiede inoltre di valorizzare e promuovere tali percorsi e sentieri attraverso un’apposita sezione dedicata sul sito istituzionale www.lovevda.it e sui relativi canali social della Regione in vista delle prossime stagioni primaverile ed estiva 2022.

Quattro gli ordini del giorno di Pour l’Autonomie licenziati. Un’iniziativa impegna il governo regionale ad affidare urgentemente uno studio esaustivo sulla situazione della povertà in Valle d’Aosta con il fine di presentare i risultati della Commissione consiliare competente entro il 30 giugno 2022. Un ordine del giorno riguarda il lupo e in particolare chiede al Governo di relazionare, entro il primo trimestre del 2022, alla competente commissione, in merito a tutti i contatti avuti con l’Ispra e alle soluzioni poste in essere per aiutare gli allevatori. Via libera anche all’iniziativa, emendata dall’Assessore ai beni culturali, che impegna il Governo regionale a sottoporre la scelta di esternalizzare i servizi di gestione dei musei e castelli valdostani aperti al pubblico al parere della Commissione competente. L’ultimo ordine del giorno di Pour l’Autonomie approvato, sempre all’unanimità, impegna il Governo a relazionare nella Commissione competente in merito al Piano di rigenerazione amministrativa e al Piano integrato di attività e organizzazione entro 30 giorni dalla loro approvazione.

Questa mattina è stato licenziato anche l’ordine del giorno presentato dai capigruppo di maggioranza che, impegna la Giunta a definire e sottoporre al Consiglio regionale, entro 120 giorni, una proposta di piano di azione strategico inerente l’incentivazione della riqualificazione del patrimonio immobiliare valdostano per perseguire l’obiettivo Fossil Fuel Free.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica