Politica di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 16 Ottobre 2019 16:04

Bimodale guasto, la Regione chiede a Stadler una relazione urgente

Aosta - ’All’evento che ha portato oggi ad un grave disservizio per tutti coloro che hanno scelto di utilizzare il treno va infatti data una immediata e trasparente risposta’ sottolinea Bertschy.

cb d de eafdaBimodale fermo a Montjovet

Sul treno bimodale fermatosi improvvisamente questa mattina nei pressi di Montjovet, a causa di un anomalo spegnimento dei motori, la Regione vuole vederci chiaro.

L’Assessore regionale ai Trasporti Luigi Bertschy ha chiesto alla società Stadler di relazionare con urgenza sui problemi tecnici che hanno portato oggi, mercoledì 16 ottobre, al fermo a Montjovet di uno dei treni bimodali appena entrato in servizio sulla linea ferroviaria Torino/Aosta e consegnato nelle scorse settimane dalla società costruttrice svizzera, per conto della Regione, a TrenItalia.

’All’evento che ha portato oggi ad un grave disservizio per tutti coloro che hanno scelto di utilizzare il treno va infatti data una immediata e trasparente risposta’ sottolinea Bertschy.

4 commenti su “Bimodale guasto, la Regione chiede a Stadler una relazione urgente”

  • i bimodali sono costati 53 milioni di euro (100 miliardi di vecchie lire) politici incapaci
    quando la finirete di buttare i nostri denari?

  • Treni totalmente inadeguati al trasporto interregionale di pendolari. Potrebbero andare bene per i paeselli ticinesi, ma non per collegare due capoluoghi di regione! Un pendolare non puó passare 2.30 ore della giornata in piedi ammassato come in un tram, solo perchè il treno ha la stessa capienza di un Minuetto!
    Anche i sedili sono scomodossimi con un poggiatesta piatto che impedisce di dormire, con sedili in tessuto poco igienici e difficili da pulire.
    Infine pensate di aver fatto un affare con la doppia motorizzazione, ma non vi rendere conte che la potenza del motore diesel è ridicola per fare i tratti in salita su in valle con tutta la zavorra dei motori elettrici appresso?

    Ma io mi chiedo… Ma gli autori di questo schifo non erano in grado di leggere le specifiche tecniche e prevedere questi problemi?

    I soldi dell’abbonamento, per viaggiare a queste condizioni, ve li potete tenere.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>