Courmayeur, Nicole Passino è la nuova Presidente del Consiglio comunale

Passino, 27 anni, studentessa di Giurisprudenza, imprenditrice turistica in Val Ferret, con 203 voti è stata la candidata più votata per la lista SìAmo Courmayeur alle scorse elezioni. Il Consiglio ha anche approvato il posticipo ad agosto della seconda rata Tari per le utenze non domestiche.
Nicole Passino, Presidente del Consiglio comunale di Courmayeur
Politica

Nicole Passino è la nuova Presidente del Consiglio comunale di Courmayeur.

Annunciata a fine dicembre la volontà dell’Amministrazione ai piedi del Bianco di nominare la nuova figura, la consigliera – il suo nome è stato fatto dal suo gruppo di appartenenza, SìAmo Courmayeur – guiderà dalla prossima seduta i lavori dell’aula.

Su 14 consiglieri presenti sono stati 10 i voti favorevoli, 1 scheda bianca e 3 le astensioni – quelle del Gruppo Esprit Courmayeur – che ha ribadito, nelle parole del consigliere capogruppo Stefano Miserocchi “di non concordare sull’istituzione di tale figura, come già comunicato nelle precedenti sedute del Consiglio”.

La carica di Presidente del Consiglio durerà per l’intero mandato elettorale. Nicole Passino, 27 anni, studentessa di Giurisprudenza, imprenditrice turistica in Val Ferret, con 203 voti ottenuti alle scorse elezioni comunali è stata la candidata più votata per la lista SìAmo Courmayeur.

Posticipata ad agosto la seconda rata della Tari per le utenze non domestiche

Consiglio comunale di Courmayeur, 24 febbraio 2021
Consiglio comunale di Courmayeur, 24 febbraio 2021

All’unanimità il Consiglio ha approvato una delibera di indirizzo che proponeva il posticipo dal 28 febbraio al 31 agosto della seconda rata Tari per il 2020 per le utenzenon domestiche”.

Il gruppo Esprit ha presentato un emendamento, poi respinto, che chiedeva di prevedere lo slittamento della rata Tari anche alle utenze domestiche “poiché il provvedimento non inciderebbe sul bilancio – ha evidenziato il consigliere Miserocchi – e poiché anche queste utenze hanno subito ricadute economiche”.

Il Sindaco Roberto Rota e il Vice Federico Perrin, nel precisare la ratio del provvedimento, hanno spiegato: “Si è voluto dare un piccolo segnale e intervenire in questa fase sulle utenze ‘non domestiche’ per le quali l’imposta ha una consistenza importante, un alleggerimento che permetterà agli operatori del territorio, di ragionare su un rilancio in previsione dell’estate. Inoltre, per queste categorie non erano stati previsti interventi”. 

 L’Assessora alle Politiche Sociali Alessia Di Addario, ha invece aggiunto: “Le famiglie bisognose del paese non sono dimenticate perché sono stati previsti aiuti puntuali tramite i Buoni spesa e il Carrello solidale”.

Approvato lo studio di fattibilità tecnico-economica per il potenziamento idrico

L’Assemblea ha anche approvato all’unanimità lo studio di fattibilità tecnico-economica per il potenziamento idrico di una parte consistente del Comune di Courmayeur, dalla frazione Pussey Alta e da una zona limitrofa alla strada regionale. La necessità di integrare l’attuale servizio deriva dagli incrementi abitativi e di servizi in corso e dalla residua capacità insediativa.

Oltre alle necessità di soddisfare le maggiori esigenze di consumi di acqua potabile, gli interventi prevedono un potenziamento della rete fognaria (approfittando degli scavi richiesti per l’acquedotto) e la posa di un cavidotto per la realizzazione di un tratto di illuminazione pubblica, oggi aerea. Le opere si completano con la posa di idranti per il servizio antincendio. L’importo complessivo dell’opera è di 583mila 243,51 euro, Iva compresa.

Il punto Covid-19

Il Sindaco Rota ha anche informato l’Assemblea sull’andamento della situazione epidemiologica a Courmayeur. Il Primo cittadino ha spiegato che attualmente sono 3 i casi positivi sul territorio comunale, un residente e due turisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte