“Grattacieli” di Aosta, Nuti: “L’abbattimento potrebbe essere realtà già l’anno prossimo”

I tempi per la demolizione dei due edifici di quartiere Cogne, dopo che le analisi hanno mostrato una importante presenza di amianto nelle strutture portanti, sembravano allungarsi. Oggi, con il bando di riqualificazione dietro l'angolo, Nuti è possibilista: "L’affidamento dei lavori potrebbe avvenire già nei prossimi mesi, lo confidiamo".
Politica

Mentre a fine febbraio la demolizione dei duegrattacielidi quartiere Cogne, ad Aosta, sembrava allontanarsi alla luce del ritrovamento di una grande quantità di amianto nelle strutture portanti, la questione potrebbe avere invece un esito più rapido del previsto.

In Consiglio comunale, il vicepresidente Renato Favre, Forza Italia, ha esposto le sue preoccupazioni sui tempi stretti che il Pnrr dà per la riqualificazione complessiva del quartiere – l’ex bando “Pinqua”, recentemente al centro di un disegno di legge regionale per aumentarne la portata finanziaria – ma soprattutto per le due strutture: “Siamo i primi favorevoli ad accelerare la riqualificazione del quartiere Cogne – ha detto –. Non vorremmo però che questa tempistica così stretta diventasse un’arma a doppio taglio. Non possiamo immaginare si possa riqualificare il quartiere senza abbattere i grattacieli’”.

Il sindaco Gianni Nuti – che risponde in vece dell’assessore Cometto, assente per motivi di salute – non solo concorda, ma apre ad un taglio dei tempi anche per demolizione dei “grattacieli”.

“Confermo quanto detto dal vicepresidente Favre, questa riqualificazione è una priorità assoluta. In questo, l’abbattimento dei ‘grattacieli’ è un requisito fondamentale per riqualificare la zona. L’affidamento dei lavori potrebbe però avvenire già nei prossimi mesi e l’abbattimento potrebbe essere una realtà già l’anno prossimo. Lo confidiamo, nonostante le difficoltà emerse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Comuni
Politica
Società