Il Pd si sfila dal tavolo di coordinamento del Pcp

Dopo il comunicato stampa del Progetto civico progressista, che lamentava la mancanza di dialogo in maggioranza e l'assenza della verifica politica, il Pd si chiama fuori: "l tavolo di coordinamento riguarda solamente le forze politiche Area Democratica e Rete Civica”, scrive la Segretaria Timpano.
La Segretaria Pd Sara Timpano
Politica

Il “Tavolo di coordinamento di Pcp”, il Progetto civico progressista, giusto questa mattina, puntava il dito – riferendosi all’ormai famosa e a più riprese invocata verifica di maggioranza regionale – contro diversi impegni non rispettati, un documento programmatico che non ha ottenuto nessuna risposta e, soprattutto, “una surreale scena muta da parte di consiglieri e rappresentanti politici autonomisti”.

Il “Tavolo”, però, sembra avere meno posti a sedere di quanto il comunicato mattutino sembrava far presagire.

In una nota pomeridiana, infatti, la Segretaria del Pd valdostano Sara Timpano si sfila: “In riferimento al comunicato stampa inviato dalla e-mail di Progetto civico progressista – si legge nella precisazione inviata – si specifica che il tavolo di coordinamento citato riguarda solamente le forze politiche Area Democratica e Rete Civica”, ovvero che “il Partito Democratico della Valle d’Aosta non partecipa a tale tavolo e di conseguenza, quanto scritto nel comunicato non sono le posizioni del Partito Democratico”.

Timpano prova ad evitare un – ennesimo – incidente diplomatico nella maggioranza: “Per mero errore il comunicato di cui sopra è stato inviato dalla mail di Pcp”, chiude la nota. Ma ora, senza confutare che il Pcp sia “civico” e “progressista” – e vista l’atmosfera in Consiglio regionale –, ci si chiede se rimanga ancora unprogettoe chi ne faccia parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati