Politica di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 4 Novembre 2020 13:07

Nuovo Dpcm, Fratelli d’Italia VdA: “Cittadini e imprese hanno diritto di esser informati”

Aosta - Fratelli d'Italia VdA chiede, quindi, che la Regione "pretenda dal governo nazionale la contestuale presenza di una norma che stabilisca importi e tempi certi ed immediati per i rimborsi".

Il coordinatore di Fratelli d'Italia Alberto ZucchiIl coordinatore di Fratelli d'Italia Alberto Zucchi

“Dobbiamo aspettare?”. Fratelli d’Italia Valle d’Aosta si dice “sconcertato” dalle dichiarazioni del presidente della Regione Erik Lavevaz  

Il movimento “esige che i cittadini e le imprese valdostane, che potrebbero essere ulteriormente massacrate da un nuovo lockdown con ricadute disastrose in un contesto economico già così duramente colpito, abbiano il sacrosanto diritto di essere perlomeno informati circa dati sanitari certi e motivati su cui si fonderebbe un simile provvedimento unilaterale, con distinzioni sperequate ed incomprensibili, privo di condivisione con il nostro territorio”.

Fratelli d’Italia VdA chiede, quindi, che la Regione “pretenda dal governo nazionale la contestuale presenza di una norma che stabilisca importi e tempi certi ed immediati per i rimborsi a fondo perduto alle attività che verrebbero colpite”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>