Politica di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 31 Luglio 2020 18:47

Torgnon, il sindaco replica a Legambiente: “Avviso rivolto a famiglie per prime case”

Torgnon - Il primo cittadino di Torgnon apre al confronto con Legambiente invitando i suoi rappresentanti ad un sopralluogo in paese "perché possano rendersi conto di come è mantenuto e di cosa significhi vivere la nostra realtà di montagna".

Torgnon

Non ci sta il sindaco di Torgnon, Daniel Perrin, alle accuse lanciate da Legambiente Valle d’Aosta “senza avere sentito il diretto interessato”.

Ricordando la disponibilità al confronto, il primo cittadino invita i rappresentanti di Legambiente ad un sopralluogo in paese, “perché possano rendersi conto di come è mantenuto e di cosa significhi vivere la nostra realtà di montagna”.

Sull’avviso oggetto delle querelle, Perrin spiega come l’obiettivo sia quello di “rispondere alle esigenze delle famiglie che necessitano di una prima casa; abbiamo molti casi di giovani che hanno dovuto abbandonare il paese, per non aver avuto modo di edificare la prima casa e diversi altri che sono in cerca di abitazioni fuori dal nostro territorio, in quanto non hanno avuto modo di trovare altre soluzioni”. Esigenze che non trovano una risposta nei “piccoli appartamenti turistici in vendita nei condomini”.

Inoltre “se qualche famiglia facendo tanti sacrifici ha intenzione di investire in una struttura ricettiva, è giusto che possa farlo, creando condizioni di occupazione anche alle future generazioni. – scrive ancora Perrin –  Ci sono intere annate sparite dal nostro territorio. Scegliere di vivere in montagna non è facile, non ci sono i servizi che si trovano nella Plaine e bisogna cercare di compensare in qualche modo le mancanze. Noi amministratori che viviamo il territorio e siamo a contatto con la popolazione tutto l’anno abbiamo cognizione delle reali esigenze.”

Un commento su “Torgnon, il sindaco replica a Legambiente: “Avviso rivolto a famiglie per prime case””

  • Io sto con Legambiente, spero che questo sindaco non venga riconfermato dopo questa sparata preelettorale. Che cazzate poi che dice costui, da non credere!

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>