Sanità di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 27 Agosto 2021 17:26

Coronavirus, oggi le prime 200 vaccinazioni ai 14 e 15enni

Aosta - La platea comprende, complessivamente, 2348 soggetti, ai quali è già stata fissata una data di prenotazione sul Portale Vaccini – anticovid.regione.vda.it – nel periodo compreso tra oggi e il 3 agosto 2021

vaccinazioni Palaindoorvaccinazioni Palaindoor

Partono oggi al Palaindoor le prime 200 circa vaccinazioni ai 14 e 15enni (nati dal 01/08/2005 al 13/07/2007).

La platea comprende, complessivamente, 2348 soggetti, ai quali è già stata fissata una data di prenotazione sul Portale Vaccini – anticovid.regione.vda.it – nel periodo compreso tra oggi e il 3 agosto 2021. Di questi però solo in 461 hanno confermato l’adesione sul portale. 

Le sedute di somministrazione saranno effettuate al Palaindoor nei pomeriggi del martedì (600 posti) e del venerdì (120 posti) pomeriggio.

“Ci aspettavamo un’adesione maggiore, ma oggi è il primo giorno e molti sono in vacanza – dice la responsabile dell’organizzazione degli “hub” vaccinali, e medico pediatra, dott.ssa Maria Paola Farinelli.  – È fondamentale che anche i ragazzi siano vaccinati per proteggere se stessi e i loro familiari, soprattutto i nonni e i soggetti più fragili e più esposti ai rischi del Covid-19. I ragazzi hanno diritto e bisogno di una vita sociale normale e al riparo dalla malattia e il vaccino è l’unico strumento che abbiamo a disposizione per mitigare, quanto più possibile, la diffusione del virus. Inoltre, più persone sono vaccinate, minore è la possibilità di diffusione delle varianti, compresa la variante Delta, già in aumento soprattutto tra i giovani”.

In Valle d’Aosta abbiamo registrato, finora, 704 casi di minori di 16 anni positivi di cui 312 casi tra i 12 e i 16 anni di età. Inoltre, nel corso dell’anno scolastico, nella nostra Regione è stato necessario disporre la misura della quarantena per più di 500 classi. Una situazione che è possibile contenere solo a fronte di una copertura vaccinale importante”.

“La Società Italiana di Pediatria, nel mese di giugno, ha approvato e diffuso un documento che comprende alcune raccomandazioni, tra cui la somministrazione di vaccini ad mRNA approvati da EMA e AIFA (come il vaccino Pfizer, che è quello che sarà somministrato) ai soggetti di età superiore ai 12 anni – spiega la dottoressa Farinelli – e sono noti anche gli effetti collaterali, assimilabili a quelli registrati negli adulti: febbre, sindrome simil-influenzale, dolori diffusi, facilmente trattabili con paracetamolo. Sono stati condotti e sono in corso studi specifici, che riportano un’incidenza molto bassa di complicanze. Ciò a conferma del fatto che il rapporto tra effetti avversi e vantaggi in relazione all’opportunità di vaccinazione è nettamente a favore di questa”.

Per la vaccinazione dei soggetti tra i 12 e i 15 anni, che in Valle d’Aosta sono complessivamente 4765, è prevista la presenza di almeno un pediatra (ospedaliero o pediatra di libera scelta) per ogni seduta.

Nei prossimi giorni saranno portate a termine anche le convocazioni per i minori della fascia d età i 12-13 anni, che troveranno sul portale, entro venerdi 16 luglio, una data di prenotazione, compresa fra il 20 luglio ed il 10 agosto.

Si prevede di terminare il ciclo vaccinale dei minorenni 12-15 anni entro il 14 settembre.

 

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo