La Fisi ha indetto anche in Valle lo sciopero generale della sanità contro il Green pass

La Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali ha proclamato uno sciopero generale di tutto il personale dipendente e somministrato dal 15 al 20 ottobre. L'Usl spiega che potrebbero esserci disagi per gli utenti, ma che “saranno garantiti tutti i servizi e le prestazioni urgenti”.
Ospedale Parini
Sanità

La FisiFederazione Italiana Sindacati Intercategoriali, ha proclamato uno sciopero generale di tutto il personale dipendente e somministrato (comparto, dirigenza dell’Area sanità, dirigenza PTA) dal 15 al 20 ottobre 2021.

A spiegarlo è il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in una nota diramata agli organi di informazione dall’Azienda Usl della Valle d’Aosta.

Durante lo sciopero – si legge – “potrebbero verificarsi disagi per gli utenti” mentre “saranno garantiti tutti i servizi e le prestazioni urgenti”.

Sul suo sito web Fisi spiega che “lo sciopero di ordine politico, così come comunicato al Governo della nazione, è irrevocabile ed interesserà dal 15 ottobre prossimo fino al 20 ottobre prossimo tutti i settori lavorativi in cui vi è l’obbligo vaccinale e l’obbligo di presentazione del certificato verde” e che “la violazione di diritti e la discriminazione nei confronti dei non vaccinati da parte del Governo Italiano si perpetra attraverso un obbligo surrettizio alla vaccinazione che contempla l’esclusione dal lavoro e la perdita della retribuzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sanità
Sanità

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte