Microcomunità, stop alle visite dei parenti fino al 28 febbraio

La sospensione fino al 28 febbraio degli accessi dei familiari e dei visitatori è stata disposta da un'ordinanza del Presidente della Regione Erik Lavevaz.  
anziani foto da pixabay
Sanità

Dopo il divieto di uscita, arriva anche lo stop all’accesso dei familiari e dei visitatori alle microcomunità valdostane. La sospensione è stata disposta da un’ordinanza del Presidente della Regione Erik Lavevaz.

“Sulla base di una richiesta pervenuta dai Dipartimenti Sanità e Salute e Politiche sociali, dopo un confronto con l’azienda Usl della Valle d’Aosta e con gli enti gestori delle strutture residenziali, in considerazione dell’evoluzione dello scenario epidemiologico e delle nuove disposizioni nazionali, – spiega una nota –  fino al prossimo 28 febbraio, viene disposta la sospensione dell’accesso dei familiari e dei visitatori alle strutture residenziali socio-sanitarie e socio-assistenziali pubbliche, private e convenzionate e il divieto di uscita degli utenti dalle stesse, fatte salve le uscite a scopo sanitario e quelle riguardanti i percorsi riabilitativi/educativi che sono alla base della condizione di residenzialità presso le strutture medesime”.

L’ordinanza disciplina anche i nuovi ingressi e i trasferimenti da altre strutture.  Inoltre, le strutture regionali competenti sono autorizzate, fino alla cessazione dello stato d’emergenza COVID-19, a fornire disposizioni all’Azienda Usl della Valle d’Aosta ai fini dell’attivazione/implementazione di Aree sanitarie temporanee sulla base dei fabbisogni assistenziali condizionati dall’andamento dell’epidemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sanità