La scuola riparte: tutte le nuove regole in caso di positività

Le nuove regole relative alle quarantene e all'attivazione della Dad in caso di positività di alunni o insegnanti previste nelle scuole della Valle d'Aosta.
San Francesco ingresso scuola
Scuola

Anche in Valle d’Aosta è confermata la riapertura delle scuole di ogni ordine e grado per lunedì 10 gennaio 2022. Il rientro coinvolge 17 mila studenti circa e avverrà secondo le nuove disposizioni adottate dal Governo nel decreto del 7 gennaio 2022 relative alle quarantene e all’attivazione della Dad in caso di positività di alunni o insegnanti.

Le nuove disposizioni in vigore nelle varie scuole

SCUOLE DELL’INFANZIA E ASILI NIDO
Nelle scuole dell’infanzia è prevista la sospensione delle attività per tutta la sezione o classe per una durata di dieci giorni in presenza di un solo caso di positività individuato nella stessa sezione o gruppo classe.
Nei servizi educativi per l’infanzia, l’Assessorato della Sanità, Salute e Politiche sociali, in collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda USL Valle d’Aosta, in linea con le indicazioni fornite a livello centrale, ha dato disposizione che, in caso del rilevamento di un positivo nella stessa sezione, verrà applicata alla medesima sezione la sospensione delle attività, per una durata di dieci giorni.

SCUOLE ELEMENTARI
Nelle scuole primarie o elementari, con un caso di positività nella classe, verrà attivata la sorveglianza con testing del gruppo classe: l’attività prosegue in presenza effettuando un test antigenico rapido o molecolare appena viene rilevato un caso di positività (T0). Il test sarà ripetuto dopo cinque giorni (T5).
Se i casi di positività sono due o più nella classe, è prevista la didattica a distanza per tutta la classe per la durata di dieci giorni.

SCUOLE MEDIE E SUPERIORI
Nelle scuole secondarie di I e II grado con un caso di positività nella classe, è prevista l’autosorveglianza con la prosecuzione delle attività didattiche in presenza e l’uso delle mascherine FFP2.
Con due casi di positività nella classe, per coloro che diano dimostrazione di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di centoventi giorni oppure di avere effettuato la dose di richiamo, si applica l’autosorveglianza, con l’utilizzo di mascherine di tipo FFP2 e con didattica in presenza. Per gli altri soggetti, non vaccinati o non guariti nei termini summenzionati, si applica la didattica digitale integrata per la durata di dieci giorni.
Con tre o più casi di positività nella classe, è prevista la didattica a distanza per tutta la classe per la durata di dieci giorni.

Con il nuovo decreto-legge viene, inoltre, esteso l’obbligo vaccinale (senza limiti di età) al personale delle Università, delle Istituzioni di Alta formazione artistica, musicale e degli Istituti tecnici superiori.

Mercoledì 12 gennaio, infine, è stata convocata dalla Sovraintendenza agli studi dell’Assessorato regionale all’Istruzione una conferenza di servizio per i dirigenti scolastici con l’obiettivo di avere quadro preciso della situazione nelle varie istituzioni ed affrontare le eventuali problematiche connesse alla ripresa delle lezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Scuola