Anche Aosta vuole la sua “Big Bench” in collina

A dirlo in Consiglio comunale, in risposta ad una mozione della Lega approvata all'unanimità, l'assessore alla Cultura Samuele Tedesco: "Condividiamo l’idea di inserire questo arredo in una frazione alta, che possa anche valorizzare i percorsi sentieristici".
Una Big Bench in Piemonte Foto Facebook
Società

Valtournenche, La Magdeleine, Arvier e Gaby ce l’hanno già. Pont-Saint-Martin la vorrebbe. Ora anche Aosta unta ad installare – in una zona panoramica di una frazione alta – la sua Big Bench, le grandi panchine che in Italia sono, ormai, oltre duecento.

A chiederlo, in Consiglio comunale, una mozione della Lega: “È un’iniziativa che incoraggia anche i turisti a scoprire il territorio, dato che spesso sono situate in punti panoramici – ha detto la consigliera Sylvie Spirli –. Chiediamo di pensare all’installazione della prima panchina aostana e di avviare l’interlocuzione con l’associazione Big Bench Community Project per avviare una prima fase progettuale, anche attraverso adeguate sponsorizzazioni di enti e di privati”.

L’iniziativa è accolta dalla maggioranza – e la mozione approvata all’unanimità –, anche se qualche ostacolo sul percorso c’è: “Ringrazio perché questa iniziativa fa parte di uno dei tanti desiderata del sottoscritto – ha replicato l’assessore alla Cultura Samuele Tedesco –, ma che non vedo solo come promozione turistica. L’iter non è così semplice, però, e non può partire dall’Amministrazione comunale, che ha quasi solo un ruolo tecnico riguardante la sicurezza. Per la realizzazione della panchina, che costa dai 2.500 ai 5.000 euro, non possono essere usati fondi pubblici ma privati”.

La direzione però è tracciata: “Condividiamo l’idea di inserire questo arredo in una frazione alta, che possa anche valorizzare i percorsi sentieristici – ha aggiunto Tedesco –. C’è qualche aspetto non molto chiaro, ma possiamo avviare le interlocuzioni. Accettiamo l’iniziativa con voto favorevole, siamo convinti che possa diventare una ‘panchina dell’amitié’”.

3 risposte

  1. Uno degli arredi più inutili mai inventati, la Panchinona!
    Passi ancora finché era una novità, ma adesso è pure fuori moda.

  2. Concordo con Silvia al 100%!! La big panchina per questo consiglio comunale viene prima di tante altre priorità, ma non doveva essere la consiliatura dell’innovazione? Mi sa proprio che sono a corto di argomenti, che noia…

  3. Mi chiedo se l’assessore alla Cultura abbia mai fatto due passi in collina , io abitando in zona e frequentando spesso i sentieri escursionistici ho potuto notare un notevole abbandono di immondizia ,quindi direi che prima di preoccuparci di arredare ,forse sarebbe meglio pulire in modo da non far scappare i turisti, altro che panchina !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Comuni