Aosta, è polemica sull’abbattimento di sei alberi

I lavori serviranno per l'accesso al prolungamento di via Elter. A spiegarlo il Sindaco Centoz: "Nel progetto del 2012 è previsto un allargamento perché per svoltare a sinistra, percorrendo vai Saint-Martin in direzione Courmayeur, serve una corsia di attestamento".
I tigli tagliati in via Saint Martin
Società

Sta facendo il giro dei social, sollevando un gran polverone, l’abbattimento di sei alberi – sei tigli – in via Saint-Martin-de-Corléans, ad Aosta.

Una decisione, quella del Comune di Aosta, obbligata non dallo stato di salute delle piante, ma in virtù dell’annoso piano – la progettazione esecutiva era stata approvata nell’agosto 2014 – di prolungamento di via Giorgio Elter fino allo stesso corso Saint-Martin e che, nell’accordo, prevede l’allargamento della strada per creare una corsia ex novo, che permetta così di svoltare verso sinistra.

La nuova via che collegherà via Elter a via Saint Martin
La nuova via che collegherà via Elter a via Saint Martin

Spiega il Sindaco di Aosta Fulvio Centoz: “Nel progetto, del 2012, è previsto un allargamento perché per svoltare a sinistra, in direzione Courmayeur, serve una corsia di attestamento. Non è undispetto’, si abbattono sei piante e mi spiace molto, ma prevediamo di piantarne altrettante in altri punti”.

Centoz però un piccolo “sassolino” dalla scarpa tiene a toglierselo: “Per questo abbattimento, che ripeto non ci fa certo piacere, si scatena un putiferio. Quando però la Regione devasta una zona bellissima vicino ai prati di Sant’Orso, e nonostante possegga moltissimi edifici in disuso, per costruire un prefabbricato che ospiterà il Liceo Bérard nessuno dice nulla”.

 

0 risposte

  1. ma è risaputo che al sindaco Centoz non interessa il verde cittadino basta vedere come viene curato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società