Società di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 8 Giugno 2021 13:54

Aosta partecipa al Bando di rigenerazione urbana. Sul piatto 12,6 milioni per il quartiere Dora

Aosta - La Giunta comunale ha approvato una variazione urgente di Bilancio da 1 milione 199mila 100 euro, presi dall'avanzo libero. L'obiettivo: partecipare al bando nato per Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri a gennaio, per riqualificare il quartiere Dora.

Quartiere DoraQuartiere Dora

Portato a casa il bando “Qualità dell’abitare”, che mette in campo 30 milioni di euro – metà dei quali in arrivo da Roma –, per riqualificare quartiere Cogne, il Comune di Aosta sposta ora l’attenzione su quartiere Dora.

La Giunta del Capoluogo ha approvato una variazione urgente di Bilancio da 1 milione 199mila 100 euro – che serviranno per le spese di progettazione definitiva e quelle per gli espropri – di aderire al bando di rigenerazione urbana, messo in piedi via Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri lo scorso 21 gennaio.

Bando che prevede un tetto di 20 milioni di euro in tre anni per i Comuni Capoluogo. Aosta ha riaperto il “cassetto” dei progetti, chiedendo un finanziamento di 12 milioni 651mila 693,3 euro complessivi.

L’intervento

La decisione è ricaduta, si diceva, sul quartiere Dora. Gli interventi per i quali il Comune ha avanzato la richiesta sono: il collegamento viario e ciclabile a sud del quartiere (per 5 milioni 181mila 926,40 euro richiesti), l’Area a parco e quella per il gioco, piste ciclabili e pedonali (1 milione 559mila 371,64), la realizzazione di autorimesse interrate pertinenziali (2 milioni 846mila 950,40), i lavori di sistemazione di via Valli valdostane e la realizzazione di piste ciclabili tra la rotonda all’altezza della portineria della Cogne e l’incrocio con via Dora Baltea (1 milione 243mila 933,84) ed un nuovo collegamento ciclo-pedonale nord/sud all’interno del quartiere (1 milione 819mila 511 euro richiesti).

“Ricucire” la città

“Abbiamo cercato di cogliere le occasioni di finanziamento, dopo bando rivolto al quartiere Cogne, che sarà molto importante, abbiamo fatto richiesta anche per questi interventi individuando un quartiere bisognoso e più periferico”, spiega l’Assessore ai Lavori pubblici Corrado Cometto.

Il senso cercato dalla Giunta è quello di “collegare”: “È una scommessa molto delicata – prosegue Cometto –, perché i tempi sono strettissimi. Ed è una bella scommessa perché vuole cercare di creare l’unità in una città che attualmente, a causa delle barriere fisiche, non è possibile. Non solo, questi interventi puntano anche ad una rigenerazione interna al quartiere, con percorsi di cucitura e marciapiedi. Parti che sono nate in origine in maniera estemporanea e senza una visione organica del tessuto urbano”.

Il parco di quartiere Dora
Il parco di quartiere Dora

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo