Aosta, via libera al progetto esecutivo per i nuovi orti comunali

Il documento è stato presentato dal Comune martedì in Commissione. Già partiti i lavori per gli 81 nuovi orti di via Carabel, dove troverà posto anche un nuovo parco urbano ed una serie di servizi aggiuntivi. Il termine degli interventi è previsto per gennaio 2020.
Orto - orti
Società

Martedì scorso, 17 dicembre, in Commissione consiliare, il Comune di Aosta ha presentato il progetto esecutivo per la sistemazione degli orti cittadini di via Carabel – dietro piazza Roncas – realizzato in collaborazione con le cooperative della coprogettazione Anziani Attivi.

I lavori di tracciatura degli orti, che saranno in totale 81 nuovi appezzamenti, sono cominciati circa due settimane fa e –meteo permettendo – dovrebbero terminare per la fine di gennaio 2020.

Come già anticipato quest’estate, oltre ai nuovi orti che saranno realizzati nel vecchio campo C e nella zona adiacente a casa Deffeyes, il progetto prevede – per i vecchi campi A e B – una destinazione futura a Parco Urbano.

I nuovi servizi oltre agli orti

“Con questo intervento – ha spiegato l’Assessore alle Politiche sociali del Comune Luca Girasole – andremo da una parte a ridare decoro a quella zona e a rendere disponibile un’importante area nel centro città da restituire ai cittadini sotto forma appunto di futuro Parco Urbano e, dall’altra, andremo a realizzare 81 nuovi appezzamenti e tutta una serie di nuovi servizi”.

Tra questi è prevista la realizzazione di alcuni rialzi fruibili da persone con disabilità o da anziani con difficoltà motorie, ma anche da bambini.

A questo si aggiungerà un nuovo sistema di irrigazione con un pozzetto ogni due orti, ed il posizionamento di punti di acqua potabile, oltre a – questione annosa – i servizi igienici che saranno due ed entrambi fruibili da persone con disabilità.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte