Approvato il progetto definitivo per gli interventi di protezione da caduta massi a Saint-Denis

Il progetto approvato dalla Giunta regionale prevede la realizzazione di barriere paramassi ad elevato assorbimento di energia a difesa dell’abitato di La Bedeugaz, per un importo complessivo di un milione 152mila 904 euro di fondi ministeriali. In programma interventi anche ad Antey-Saint-André, Verrès e Challand-Saint-Victor.
Palazzo regionale
Società

È stato approvato oggi – lunedì 13 giugno –, dalla Giunta regionale, il progetto definitivo degli interventi di protezione da caduta massi nella parete rocciosa in località Bedeugaz, nel comune di Saint-Denis.

Si tratta di un intervento da lungo atteso, e che grazie ai fondi stanziati dal Ministero della Transizione Ecologica, con decreto del 24 novembre 2021, potrà vedere l’avvio dei lavori a partire dal prossimo inverno – dichiara l’Assessore alle Opere pubbliche Carlo Marzi –. L’intervento risulta strategico in quanto permette, attraverso la protezione dell’abitato, di proteggere anche la ferrovia Chivasso-Aosta e la Statale 26. Proprio per tale motivo, nell’ambito di un accordo tra Regione e Rete Ferroviaria Italiana stipulato dall’assessorato Ambiente e Trasporti nel 2020, Rete Ferroviaria Italiana eseguirà a proprio carico un secondo intervento complementare di mitigazione del rischio il cui avvio è previsto nell’autunno.”

Il progetto prevede la realizzazione di barriere paramassi ad elevato assorbimento di energia, a difesa dell’abitato di La Bedeugaz, per un importo complessivo di un milione 152mila 904 euro.

“Grazie alla collaborazione con Rete Ferroviaria Italiana – conclude Marzi – abbiamo potuto ottenere una notevole riduzione dell’impegno finanziario a carico della Regione e, nel contempo, aggiungiamo un nuovo intervento alla strategia per la mitigazione del rischio lungo le arterie che collegano Aosta alla Bassa Valle”.

Gli altri interventi ad Antey, Verrès e Challand-Saint-Victor

Questo intervento – spiega l’Assessorato – si somma ai due interventi di lunedì scorso sulle strade regionali 8 e 45, i lavori sulla SR 8 nel Comune di Antey-Saint-André e della procedura di Intesa per l’intervento sulla Strada regionale 45 della Val d’Ayas, con i comuni di Verrès e Challand-Saint-Victor.

Per gli interventi sulla regionale 8 di La Magdeleine ad Antey-Saint-André, che completano l’intervento di allargamento della carreggiata e miglioramento della sicurezza, si avvieranno sin da subito le procedure per l’affidamento dei lavori che potranno iniziare entro il 2022, per una spesa complessiva di 585mila euro.

L’intervento consiste nel rifacimento di un tratto di muratura degradata di sostegno della strada compreso tra il km 2+100 ed il km 2+600, per una lunghezza complessiva di circa 200 metri, con il posizionamento di una nuova barriera stradale.

L’Assessorato comunica, inoltre, che attraverso l’Intesa tra i comuni di Verrès e Challand-Saint-Victor si rende l’intervento di allargamento e sistemazione della regionale 45 della Val d’Ayas compatibile agli strumenti urbanistici dei due comuni. L’Assessore anticipa che dai prossimi mesi sarà completato l’iter progettuale che porterà all’avvio del cantiere a partire dalla primavera del 2023, per un importo complessivo di spesa di circa 550mila euro.

L’intervento consiste nell’allargamento e allineamento del tratto stradale denominatoPosa Piana”, compreso tra il chilometro 2+560 e chilometro 3+110 per 550 metri complessivi, che presenta un andamento planimetrico tortuoso, mediante la sistemazione del versante a monte della viabilità, la realizzazione di murature e strutture in cemento armato ed il posizionamento delle barriere stradali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società