Chiara Charles, la giovane ambasciatrice contro la povertà nel mondo

Chiara Charles, 17 anni di Cogne e Giovane Ambasciatrice dell’organizzazione anti povertà ONE, si è recata a Roma per rivolgere un messaggio ai rappresentanti politici in occasione della settimana mondiale dell’Immunizzazione
Chiara Charles incontro a Roma
Società

One è un’organizzazione che opera con campagne e attività di sensibilizzazione per combattere la povertà estrema e le malattie prevenibili, soprattutto in Africa. Apolitica, One mira a sensibilizzare l’opinione pubblica e a lavorare di concerto con i leader politici per combattere l’Aids e altre malattie, aumentare gli investimenti per l’istruzione, l’agricoltura, la sanità e l’alimentazione e chiedere ai governi maggiore trasparenza nei programmi di lotta alla povertà. È per questo motivo che Chiara Charles, 17 anni di Cogne e giovane ambasciatrice dell’organizzazione, lo scorso aprile si è recata a Roma, con altri attivisti provenienti da tutto il territorio nazionale, per rivolgere un messaggio ai rappresentanti politici in occasione della settimana mondiale dell’immunizzazione.

La loro richiesta, di aumentare il contributo dell’Italia al Fondo Globale, un’organizzazione internazionale per la lotta all’Aids, tubercolosi e malaria che ha salvato 44 milioni di vite fino ad oggi, è stata rivolta ai rappresentanti alla Camera e al Senato presenti per l’occasione, tra cui Ettore Rosato e Maria Domenica Castellone.

“Come giovane attivista di One – spiega Charles – mi batto affinché tutte le persone, in qualsiasi parte del mondo, possano condurre una vita dignitosa e avere accesso a pari opportunità. Con la campagna di rifinanziamento del Fondo Globale si presenta all’Italia l’opportunità di rinnovare in modo ambizioso il proprio impegno sul fronte della salute globale, per proteggere tutti, ovunque dalle malattie più letali. Ma la pandemia ha reso la lotta contro queste malattie più dura, e per la prima volta in una generazione abbiamo visto la minaccia di Aids, Tbc e malaria aumentare. Sono entusiasta del supporto ricevuto dai rappresentanti politici italiani. Noi Giovani Ambasciatori ci auguriamo che ora il Governo italiano dia seguito a un maggiore investimento di 208 milioni per contribuire a garantire che il Fondo Globale sia pienamente finanziato e possa continuare il suo lavoro salvavita.”

Gli ambasciatori One sono un gruppo di giovani volontari estremamente motivati, selezionati tramite bando pubblico, che conducono attività di sensibilizzazione in tutta Europa per porre fine alla povertà estrema. Sollecitano un impegno concreto dei responsabili politici, lavorano con i mezzi di comunicazione per aumentare la visibilità delle campagne One e incoraggiano il pubblico a sostenere le petizioni e le altre azioni One con attività online ed eventi locali. Tutte le informazioni, per chi volesse aderire, sono reperibili al seguente link: one.org/youthambassadors.

Al momento Chiara Charles è l’unica Youth Ambassador dalla Valle d’Aosta: “Da anni sono appassionata ai temi di giustizia sociale e nel mio piccolo, informandomi, ho sempre cercato di combattere affinché le disuguaglianze vengano eliminate e gli stereotipi sradicati. Per caso, ho trovato su internet l’opportunità di diventare Youth Ambassador e ho pensato che fosse l’occasione giusta per rendere più pratico e reale il mio interesse. Così ho deciso subito di provare ad essere ammessa al programma e, a dicembre, dopo un colloquio telefonico, hanno confermato la mia ammissione, così a gennaio ho iniziato a partecipare alle attività”.

Nel corso dei prossimi mesi saranno organizzate delle iniziative in presenza nelle maggiori città italiane, tra le cui Torino, Milano e Roma, dove sarà possibile conoscere tutte le attività promosse dall’organizzazione ed entrare a contatto con tutti i Youth Ambassador.

Chiara Charles incontro a Roma
Chiara Charles incontro a Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati