Consegnati in Valle d’Aosta 60 “Pacchi della solidarietà”

L'iniziativa è nata per dare un aiuto concreto alle famiglie più fragili e in difficoltà economica, voluta e portata avanti da Coldiretti con Campagna Amica e Filiera Italia. Nei giorni scorsi sono stati consegnati 60 cartoni per altrettante famiglie contenenti diversi tipi di prodotti "made in Italy".
Il Presidente Coldiretti VdA Nicoletta e l'Assessora di Gressan Greco
Società

Torna anche in Valle d’Aosta l’operazione “Pacchi della solidarietà”, nata per dare un aiuto concreto alle famiglie più fragili e in difficoltà economica, voluta e portata avanti da Coldiretti con Campagna Amica e Filiera Italia riunendo le più rilevanti realtà economiche e sociali del Paese.

L’iniziativa, che ha coinvolto tutto il territorio nazionale, nella più piccola regione d’Italia ha consentito la distribuzione di 60 cartoni destinati al sostegno di altrettante famiglie permettendo loro di mettere in tavola diversi tipi di prodotti made in Italy: dalla pasta alla passata di pomodoro, dai formaggi ai salumi, dagli omogenizzati per bambini all’olio extravergine d’oliva.

Nei giorni scorsi, 15 pacchi sono stati consegnati all’associazione Forum delle Associazioni familiari della Valle d’Aosta mentre 5 sono andati a nuclei fragili segnalati direttamente a Coldiretti. Con la distribuzione di ieri, martedì 1° febbraio, di 40 pacchi della solidarietà si conclude quindi anche in Valle d’Aosta l’iniziativa.

Ieri i pacchi sono stati consegnati al Comune di Gressan attraverso Michelina Greco, Assessora ai servizi sociali e alla Famiglia e ai volontari delle Associazioni di Protezione civile della Valle d’Aosta che si occupano della distribuzione per conto della Caritas intercomunale della Valdigne.

All’evento di consegna erano presenti Alessio Nicoletta, Presidente di Coldiretti Valle d’Aosta e Jair Vidi, delegato Giovani impresa Valle d’Aosta.

“Purtroppo – ha spiegato Nicoletta –, anche la nostra regione sta vivendo una profonda situazione di crisi che la pandemia ha contribuito ad aggravare e siamo quindi consapevoli dell’estrema importanza che piccoli gesti come questo possono avere per le fasce più deboli”.

“Siamo comunque convinti che servano ancora misure concrete per supportare davvero queste famiglie in difficoltà e aiutarle a ripartire con i giusti mezzi”, ha sottolineato invece Vidi.

Elio Gasco, direttore di Coldiretti Valle d’Aosta, ha aggiunto: “La solidarietà è un valore intrinseco al mondo contadino: lo vogliamo esprimere in un periodo di crisi come quello in cui stiamo vivendo per testimoniare la nostra vicinanza al territorio e per dare un segnale forte di ripartenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società