Società di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 8 Ottobre 2020 17:52

Coronavirus, approvata la “stretta” del Governo. Da oggi le mascherine si indossano anche all’aperto

Aosta - L'obbligo della mascherina si applica anche nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, non nelle abitazioni private, e in tutti i luoghi all’aperto "in prossimità di altre persone non conviventi”. Sono esclusi i bambini sotto i 6 anni, i soggetti con disabilità incompatibile con la mascherina e durante l'attività sportiva.

Mascherina, covid, coronavirusmascherina chirurgica (foto d'archivio)

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo decreto legge che proroga lo stato di emergenza in Italia fino al 31 gennaio 2021 – e le norme contenute nel Dpcm dello scorso 7 settembre – illustrato ieri in conferenza stampa dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, per contrastare l’avanzata dei contagi da Covid-19.

La motivazione è in premessa: “considerato che la curva dei contagi in Italia dimostra che persiste una diffusione del virus che provoca focolai anche di dimensioni rilevanti, e che sussistono pertanto le condizioni oggettive per il mantenimento delle disposizioni emergenziali e urgenti dirette a contenere la diffusione del virus”.

Novità più rilevante riguarda le mascherine che da oggi – giovedì 8 ottobredovranno essere indossate sempre, anche nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto “allorché si sia in prossimità di altre persone non conviventi”.

Nel testo si legge che “si fa eccezione a tali obblighi, sia in luogo chiuso che all’aperto, nei casi in cui, per le caratteristiche del luogo o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi”.

Uniche eccezioni, “i bambini di età inferiore ai sei anni, i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina e coloro che per interagire con questi ultimi versino nella stessa incompatibilità. Inoltre, l’uso della mascherina non sarà obbligatorio durante lo svolgimento dell’attività sportiva”.

La “stretta” – raccomandata ma non imposta via decreto – si applica anche nelle abitazioni private. O meglio, in conferenza stampa Conte ha spiegato che “Anche in famiglia dobbiamo stare attenti, se riceviamo amici e parenti stiamo attenti e manteniamo le distanze. Sono queste le situazioni in cui più si diffonde il contagio”.

Le competenze regionali

Il decreto prevede oltretutto che le regioni non possano decidere norme meno restrittive di quelle approvate dal Governo e “introdurre temporaneamente misure maggiormente restrittive”, previa però l’intesa con il Ministro alla Salute.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo