Società di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 18 Dicembre 2020 11:37

“Disegna la tua città”, ad Aosta un contest per scegliere la proiezione di fronte alla Porta Prætoria

Aosta - Il Comune ha indetto un contest su Facebook per decidere quale immagine, tra le 22 disegnate dall'indimenticato Maestro Francesco Corni che raffigurano Aosta romana, proiettare sulla grande facciata dell'edificio di fronte alla Porta Prætoria.

L'anfiteatro romano ricostruito da CorniL'anfiteatro romano ricostruito da Corni

Si chiama “Disegna la tua città”, ed è un “contest” che il Comune di Aosta ha voluto mettere in piedi per rendere più suggestiva l’atmosfera cittadina durante le festività, ricordando allo stesso tempo un grande maestro e, non ultimo, coinvolgendo gli abitanti.

L’Amministrazione comunale ha infatti deciso di legare la proiezione delle rappresentazioni dell’Aosta romana create dal compianto Maestro dell’illustrazione Francesco Corni a un contest su Facebook per dare modo ai cittadini di scegliere l’immagine preferita tra le 22 da proiettare, ogni giorno dalle 16.30 alle 22 – e fino al 6 gennaio – sulla grande facciata dell’edificio prospiciente la Porta Prætoria.

Basterà quindi un “like” per decidere il disegno, esprimendo il proprio gradimento ad una delle immagini dell’album fotografico “Disegna la tua città”, creato per l’occasione nella pagina Facebook del Comune di Aosta, senza limite al numero di immagini che si possono votare.

Al termine del periodo di proiezione, la rappresentazione che avrà ottenuto più consensi tra quelle create da Corni per la mostra “Augusta Prætoria”, allestita la prima volta nel giugno 2011 sotto i portici del Municipio e replicata nell’estate 2014, sarà sottoposta alla Soprintendenza per i beni e le attività culturali perché sia presa in considerazione la possibilità di fissarla in una pittura murale sulla facciata di un edificio cittadino.

“Con questa iniziativa semplice, oltreché agile dal punto di vista organizzativo – spiega il Sindaco del Capoluogo Gianni Nuti – diamo modo ai cittadini immaginare un po’ di futuro insieme all’Amministrazione comunale contribuendo attivamente a farlo diventare realtà. Fermo restando il legittimo e doveroso esercizio dell’azione di governo, crediamo infatti che la condivisione di parte delle decisioni assunte debba diventare una consuetudine per la nostra amministrazione, impegnata a operare affinché tutti noi possiamo vivere in una comunità coesa e corresponsabile”.

Le 22 rappresentazioni di “Augusta Prætoria” da votare

1. Veduta dall’alto di Augusta Prætoria
2. Le emergenze archeologiche
3. Le mura, costruzione della cinta muraria
4. Porta Prætoria – Castello dei signori di Quart
5. Ricostruzione della Porta Prætoria in epoca romana 6. Ricostruzione di “Porta Nord”
7. Veduta frontale del Foro in epoca romana
8. Veduta dall’alto del Foro, resti e ricostruzione
9. Il Criptoportico
10. Il mercato
11. Ricostruzione delle Terme romane in spaccato
12. Interno delle Terme romane
13. Ricostruzione dell’Anfiteatro
14. Veduta frontale dell’Anfiteatro in costruzione
15. Il Teatro, ricostruzione
16. Il cantiere romano del Teatro in costruzione
17. L’area degli spettacoli
18. L’Arco di Augusto
19. Il ponte di pietra sul torrente Buthier
20. L’ingresso alla città
21. Ricostruzione della Domus di Piazza Narbonne 22. I resti della Villa in Regione Consolata

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo