Società di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 15 Dicembre 2020 12:20

“Forme di umanità”, sei conversazioni online per combattere l’indifferenza

Aosta - La rassegna "Forme di umanità" è organizzata dall'associazione DORA donne in Valle d’Aosta, in collaborazione con il CSV e la Cittadella dei Giovani.

formediumanita fotoforme di umanita

L’associazione DORA donne in Valle d’Aosta, in collaborazione con il CSV onlus e la Cittadella dei Giovani, organizza sei incontri online dedicati a temi di rilevanza sociale. Scopo della rassegna “Forme di umanità”, che verrà trasmessa in diretta sui canali social di Cittadella dei Giovani e DORA e sarà disponibile sul portale online Voci di Cittadella, è presentare iniziative editoriali e formative intraprese da soggetti del terzo settore e portarle a conoscenza del pubblico proprio nel periodo delle festività natalizie in cui spesso si tende a trascurare chi risulta più fragile e in difficoltà.

Il primo incontro, che si svolgerà giovedì 17 dicembre alle ore 18, è incentrato sulla presentazione del volume curato dall’Associazione Valdostana Volontariato Carcerario Ascoltare gli ultimi. Storie di marginalità e di riscatto. Si tratta di 40 interviste a carcerati, senza fissa dimora, migranti, ospiti di comunità terapeutiche che i volontari e le volontarie dell’AVVC hanno raccolto per consentire una più corretta e approfondita comprensione delle situazioni di emarginazione e delle loro cause sociali, economiche, culturali.

Sabato 19 dicembre, sempre alle ore 18, sarà la volta di Agnese Molinaro, autrice del libro Le mie badanti. Undici storie di incontri straordinariamente normali, scritto a partire dalla sua esperienza di tutrice dei suoi due fratelli disabili. Il tema è quello dei caregiver familiari e del supporto indispensabile delle cosiddette badanti per fare fronte alle esigenze quotidiane delle persone con disabilità.

Martedì 22 dicembre alle ore 18 l’Associazione Alzheimer Valle d’Aosta presenterà il libro Chi gioca con noi? Proposte di giochi e attività per la stimolazione dei malati di Alzheimer, frutto del pluriennale impegno dell’associazione a favore di chi è affetto da questa devastante patologia e a supporto dei loro familiari. Il volume risulta di particolare utilità in questo periodo in cui le attività collettive in presenza sono impossibili e i malati rischiano di vedere vanificati gli sforzi fatti da volontari e familiari per mantenere il più a lungo possibile e stimolare la loro memoria e le loro facoltà cognitive.

Lunedì 28 dicembre alle ore 18 Jean Frassy della Cittadella dei Giovani dialogherà con Erika Centomo e Viviana Rosi a proposito dei racconti e dei fumetti elaborati da 18 tra ragazze e ragazzi che hanno partecipato a un laboratorio on line nel corso del primo lockdown e nei mesi immediatamente successivi. Con l’occasione verrà presentato il libro La vita al tempo del Coronavirus. Storie di ragazzi e ragazze nel tempo sospeso per immaginare il futuro che raccoglie le opere realizzate nel corso del laboratorio e si ragionerà su come i giovani hanno vissuto e stanno vivendo la pandemia.

Il nuovo anno si aprirà con un appuntamento dedicato diritti delle donne migranti, vittime di violenza, stupri e tratta. Lunedì 4 gennaio alle ore 18 Tania Castellan dell’associazione Dora donne in VdA dialogherà su questi temi con la Rete antirazzista della Valle d’Aosta.

Infine, sabato 9 gennaio, sempre alle 18, l’associazione Dora donne in VdA e l’associazione Arcigay Valle d’Aosta – Queer VdA rifletteranno con alcuni giornaliste e giornalisti sulle modalità corrette di raccontare femminicidi, violenze di genere o legate all’orientamento sessuale e sul fenomeno dell’hate speech, i discorsi di odio spesso a sfondo sessista e omotransfobico. Quest’ultimo appuntamento è organizzato in collaborazione con AostaSera.it e potrà essere seguito in diretta streaming anche sulle pagine del quotidiano on line.

Forme di umanità
Forme di umanità

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo