Il Comune di Aosta a cena per aiutare la Fondazione AVSI

Martedì prossimo i consiglieri comunali incontreranno i rappresentanti dell’Associazione Volontari Servizi Internazionali. Il ricavato dell'evento (20 dei 50 euro della quota di partecipazione) sarà devoluto a favore dei progetti di sostegno a distanza.
Il Consiglio comunale di Aosta
Società

Un paio di ore di pausa, a microfoni spenti, per scambiarsi gli auguri di Natale e per dare una mano alla Fondazione AVSI (Associazione Volontari Servizi Internazionali). Martedì prossimo, dopo il primo dei due pomeriggi che chiuderanno l’attività annuale del consiglio comunale, gli amministratori del capoluogo metteranno da parte casacche e divergenze per andare cena con i rappresentanti della fondazione Alberto Piatti (Segretario Generale Nazionale AVSI) e Lorenzo Franchi. Il ricavato dell’evento (20 dei 50 euro della quota di partecipazione) organizzato dal consigliere Valerio Lancerotto, sarà devoluto a favore dei progetti di sostegno a distanza.

La Fondazione AVSI è un’organizzazione non governativa onlus nata nel 1972 e impegnata con oltre 100 progetti di cooperazione allo sviluppo in 38 paesi del mondo. La sua missione consiste nel promuovere la dignità della persona attraverso attività di cooperazione allo sviluppo con particolare attenzione all’educazione. AVSI opera nei settori socio-educativo, sviluppo urbano, sanità, lavoro, agricoltura, sicurezza alimentare e acqua, energia e ambiente, emergenza umanitaria, migrazioni e sostegno a distanza, raggiungendo più di 4.000.000 beneficiari diretti.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte