Matteo Cignetti è il miglior giovane chef del mondo

Il 19enne studente all'Istituto alberghiero della Valle d'Aosta conquista la medaglia d'oro alle Young Chef Olympiad, le olimpiadi mondiali di cucina.
Matteo Cignetti
Società

Miglior allievo degli istituti alberghieri italiani e ora miglior giovane chef del mondo. Il nome di Matteo Cignetti, studente della Fondazione turistica della Valle d’Aosta continua a brillare e a far brillare la Valle d’Aosta e l’Italia. Il 19enne si è aggiudicato sabato 5 febbraio la medaglia d’oro alle Young Chef Olympiad, le olimpiadi mondiali di cucina.

Matteo Cignetti
Matteo Cignetti

“Risultato incredibile per tutti noi” commenta sui social l’Unione regionale cuochi della Valle d’Aosta – Grazie Matteo Cignetti, grazie a Gianluca Masullo e grazie alla nostra super scuola alberghiera. Grazie a tutti quelli che lo hanno aiutato nella crescita, la scuola, i professori, Danilo Salerno, Valerio Angelino Catella e tutta la Federazione italiana cuochi”.

La competizione anche quest’anno si è svolta da remoto. Ogni candidato ha lavorato nel proprio Paese, in cucine dedicate, per aggiudicarsi il titolo Due le fasi della competizione: la prima il 30-31 gennaio e la seconda, cui avranno accesso solo 20 partecipanti, il 3-4 febbraio.

Gli studenti sono stati valutati in primis sul taglio delle verdure, mezz’ora a disposizione per realizzare cinque tagli diversi, incluso anche tornire delle patate. A seguire hanno realizzato un piatto di pasta vegetariano e un crème caramel, con una salsa a scelta, utilizzando almeno la metà degli ingredienti disponibili in un paniere di prodotti assegnato dalla commissione. I giovani chef sono stati valutati per la composizione, le cromie, l’estetica e l’equilibrio nutrizionale dei piatti. 

Alla seconda fase erano ammessi solo venti migliori giovani chef: dieci hanno avuto accesso al plate trophy, in cui i concorrenti hanno dovuto preparare un piatto a base di pollo e dieci al “gran final”, quella a cui ha avuto accesso Cignetti, in cui i concorrenti oltre al piatto a base di pollo dovevano realizzare anche un dessert. 

A valutare la performance del 19enne gli chef Valerio Angelino Catella, giudice internazionale WACS e Alfredo Marzi, executive chef che si avvale di una pluriesperienza professionale italiana ed estera.

“Assieme a tutta la Giunta regionale ho seguito con trepidazione, passo dopo passo, le fasi che hanno portato Matteo Cignetti” –  dichiara a nome della Giunta regionale l’Assessore ai beni culturali, turismo, sport e commercio, Jean-Pierre Guichardaz. – “L’alto livello di preparazione, la motivazione e la vocazione di Matteo  erano garanzia di un ottimo risultato; il podio più alto ci inorgoglisce e ci motiva sempre di più a investire nella selezione, nel lavoro di stimolo e nella formazione di alta qualità. Gli auguriamo di essere sempre al top e di portare alto il nome della nostra istituzione”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società