La Bataille des Reines ritorna in presenza alla Croix-Noire

La Bataille des Reines quest’anno è arrivata alla 64ª edizione, dopo una stagione incerta e dalla difficile organizzazione. Durante la conferenza stampa tenutasi nella mattinata di oggi, 15 ottobre, l’Association Régionale Amis des Reines ha annunciato che la bataille si svolgerà nel fine settimana del 23-24 ottobre, nel pieno rispetto delle norme sanitarie.
Conferenza stampa bataille des reines
Società

“In vista del momento clou della prossima settimana, vogliamo tirare le somme di questa stagione incerta. A livello organizzativo ci siamo attenuti alle regole nazionali per evitare il contagio con molta serietà e domenica prossima non sarà da meno. Grazie alle ultime disposizioni nazionali avremo il 75% di capienza degli spalti, il che significa che potremmo avere fino a 5mila spettatori. Il green pass sarà obbligatorio. Proprio per questo, grazie all’Assessore Sapinet stiamo lavorando per allestire un gazebo per fare i tamponi rapidi in occasione dell’evento. Non è certo, dipende soprattutto dalla disponibilità di tamponi dalle farmacie”. Esordisce il presidente dell’Association Amis des Batailles de Reines, Roberto Bonin.

Il finale di stagione vedrà la partecipazione di 156 bovine dopo le selezioni estive. La bataille si svolgerà domenica 24 ottobre alla Croix Noire come ogni anno, a conclusione di una stagione particolarmente intensa, dopo un 2020 di stop forzato. La ripartenza del 2021 ha permesso di ricominciare ad organizzare le eliminatorie, ma soltanto a partire dall’estate con la partecipazione di circa 2000 bovine. Sabato 23, invece, per la V edizione del Confronto Interregionale con gli allevatori delle Valli di Lanzo e del Canavese, rappresentati dai presidenti delle rispettive associazioni Fiorenzo Benedetto e Igor Modina presenti alla conferenza stampa. Durante il fine settimana ci sarà anche un padiglione gastronomico che servirà il pranzo ai partecipanti, con un servizio di take-away per pranzare sugli spalti.

Come sottolinea l’Assessore all’agricoltura e alle risorse naturali Davide Sapinet “celebrare questo fine settimana è un po’ una vittoria della sfida organizzativa. Con Roberto Bonin abbiamo collaborato strettamente sentendoci tutti i giorni. Quest’anno abbiamo avuto la conferma della serietà di tutti gli amici dell’Association e degli éleveurs – saper predisporre delle regole, e anche rispettarle non è stato facile, ma gli allevatori sono stati un esempio per tutti i valdostani”.

Infine, come sottolinea Bonin “Quest’anno il livello è altissimo, forse anche per il fatto che l’anno scorso non sono scese in arena, credo che la regionale sarà uno spettacolo totale.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società