Società di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 31 Luglio 2019 10:31

Liste d’attesa in Sanità, l’Usl presenta ai sindacati il Piano attuativo aziendale

Aosta - Il programma predisposto dall'Azienda punta sul "governo della domanda e dell’offerta delle prestazioni, il monitoraggio delle liste di attesa e la comunicazione sia verso gli operatori sanitari, sia verso i cittadini".

Baccega Sindacati liste d'attesa sanitàL'incontro sul Piano delle liste d'attesa in Sanità

Liste d’attesa in Sanità, la Regione prova a superare il problema. Gli scorsi due giorni – lunedì 29 e martedì 30 luglio –, infatti, sono serviti all’assessore alla Sanità Mauro Baccega per presentare ai rappresentanti sindacali dei medici, delle professioni sanitarie e di categoria – assieme al management dell’Usl – il Programma Attuativo Aziendale di Governo delle liste di attesa, fase attuativa del Piano regionale delle liste di attesa 2019-2021, approvato dalla Giunta lo scorso aprile.

“Il Programma predisposto dall’Azienda Usl – spiega in una nota Baccega – individua le linee guida per dare attuazione agli obiettivi definiti dal Piano regionale che, mettendo al centro il cittadino ed i suoi bisogni di salute, è stato delineato attorno a 4 assi portanti”, ovvero “il governo della domanda di prestazioni, il governo dell’offerta delle prestazioni attraverso gli attuali punti di erogazione, il monitoraggio delle liste di attesa e la comunicazione sia verso gli operatori sanitari, per una maggiore appropriatezza prescrittiva, sia verso i cittadini affinché, informati correttamente dei loro diritti, fruiscano in modo responsabile e consapevole delle prestazioni loro prescritte”

“Gli obiettivi che vogliamo perseguire con il Piano regionale e il Programma aziendale – conclude l’assessore – sono ambiziosi ma concreti e raggiungibili, soprattutto con il lavoro di tutte le categorie coinvolte nella sanità. Il confronto con i Sindacati è un tassello fondamentale affinché, nel rispetto dei reciproci ruoli, tutti gli attori lavorino uniti in un’unica direzione, quella di migliorare la nostra sanità che, pur avendo qualche situazione critica, rappresenta sempre un’eccellenza per la nostra Regione di cui andare fieri”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>