Lo Stato condannato a risarcire 5 medici specializzati valdostani

Vittoria del Codacons: ognuno otterrà quasi 7mila euro di risarcimento per ogni anno di mancata retribuzione durante i periodi di specializzazione. La presidenza del consiglio condannata a pagare in tutto 42 milioni di euro.
Società

Il Tribunale di Roma, accogliendo il ricorso del Codacons promosso per conto di cinque medici specializzati valdostani (in Italia sono 433), ha disposto un mega risarcimento pari a 6.714 euro ciascuno, più gli interessi legali, per ogni anno di specializzazione, per un totale complessivo di circa 20 milioni di euro. Il giudice Laura Scalia ha pienamente riconosciuto le tesi del Codacons, che da anni si batte per far ottenere ai medici il risarcimento per gli anni di specializzazioni non retribuiti, in violazione delle norme nazionali e comunitarie.

“Si tratta di una sentenza molto importante, che riconosce i diritti lesi dei medici della Valle d’Aosta e dispone un mega-risarcimento danni in loro favore – spiega il Presidente dell’associazione, Carlo Rienzi – . Questa sentenza si aggiunge alla precedente ottenuta dal Codacons, e porta a quasi 1.000 il numero totale degli specializzati risarciti grazie alla nostra associazione, per una somma complessiva pari a circa 42 milioni di euro d’indennizzo”.

Ora il Codacons avvierà una serie di nuovi ricorsi, analoghi a questo che ha avuto esito positivo, per conto dei medici specializzati della Valle d’Aosta iscritti al sindacato SUMAI, i quali potranno avvalersi dell’assistenza agevolata dell’associazione e ottenere un identico risarcimento. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte