Nasce “Balteus”, la web app per scoprire il Cammino Balteo

Lo strumento promozionale – spiega la Regione in una nota –, consentirà ai valdostani e ai turisti di poter conoscere il nostro territorio, non solo per le sue bellezze paesaggistiche e naturalistiche, ma anche per il vasto patrimonio culturale ed enogastronomico.
Cammino Balteo, il Castello di Montmayeur- foto Regione VdA
Società

Si chiama Balteus, la web app – disponibile nei prossimi giorni – che attraverso immagini, contenuti, informazioni e percorsi descritti in modo approfondito servirà ad accompagnare tutti coloro i quali che vorranno cimentarsi nel percorso del Cammino Balteo.

Lo strumento promozionale – spiega la Regione in una nota –, consentirà ai valdostani e ai turisti di poter conoscere il nostro territorio, non solo per le sue bellezze paesaggistiche e naturalistiche, ma anche per il vasto patrimonio culturale ed enogastronomico.

Il Cammino Balteo – spiega l’Assessore al Turismo Jean-Pierre Guichardaz – rappresenta un ‘camminare lento’ importante non solo per l’attenzione al territorio e al suo ricco e diversificato patrimonio, ma anche perché rivolto ad un ampio target di utenti e, per questo motivo, realmente capace di ‘aprirela montagna a tutti, a chiunque abbia voglia di scoprirla a partire dal proprio personale approccio in termini di spirito, di gusti e di preparazione fisica”. 

A disposizione, una vera e propria “fusione” tra l’aspetto prettamente naturalistico e le tracce lasciate dall’uomo nel corso dei secoli: siti archeologici, beni architettonici, storico-artistici ed etno-antropologici accompagneranno la progressiva scoperta dei luoghi “meno comuni” della Valle.

Un nuovo sito

Cliccando su balteus.lovevda.it  si potranno infatti trovare le schede delle 23 tappe ed i dati tecnici di ognuna (dislivello, lunghezza, periodo consigliato), ma anche la descrizione del percorso e la possibilità, per gli escursionisti più tecnologici, di scaricare i tracciati di ogni tappa in formato gpx, da usare con i navigatori satellitari gps, o kml,  per la fruizione con Google Earth.

Sulle pagine principali, inoltre, è sempre presente la mappa interattiva con il tracciato complessivo, sui quali visualizzare i diversi punti di interesse (dove dormire, dove mangiare, cosa visitare) e coglierne immediatamente la relazione con il percorso: luoghi direttamente lungo il cammino, oppure da ammirare in lontananza, talora sul versante opposto della valle, ma anche idee per pianificare deviazioni alla scoperta del territorio circostante.

Il sito è stato realizzato grazie ad un progetto cofinanziato nell’ambito del Programma operativo FESR- Fondo Europeo di sviluppo regionale 2014-2020.

Cammino Balteo foto Regione VdA
Cammino Balteo, Challand-Saint-Victor – foto Regione VdA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società