Partono anche in Valle gli interventi per il passaggio in alta definizione del segnale tv

A partire da lunedì 27 settembre l’adeguamento riguarderà i comuni di Villeneuve, Introd, Aymavilles, Gaby, Issime, Hône, Bard, Valtournenche, Torgnon, Antey-Saint-André, Chamois, La Magdeleine, Pont-Saint-Martin, Donnas, Saint-Nicolas e Montjovet.
Telecomando tv
Società

All’interno del piano di riorganizzazione delle frequenze previsto dall’Unione europea, sono in corso le attività propedeutiche all’adeguamento delle postazioni di trasmissione del segnale televisivo sul territorio.

A comunicarlo una nota congiunta della Presidenza della Regione e dell’Assessorato alle Finanze.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha infatti comunicato alla Regione che saranno avviati degli interventi per trasformare la trasmissione di alcuni dei canali esclusivamente in alta definizione che consentirà un miglioramento della qualità visiva. Le reti al momento interessate sono quelle di Mediaset (Canale5, Italia1, Rete4).

A partire da lunedì prossimo, 27 settembre, secondo quanto riferito dagli operatori tecnici, l’adeguamento riguarderà i seguenti comuni :

  • Villeneuve, Introd e Aymavilles (ripetitore di località Cumiod)
  • Gaby e Issime (ripetitore di località Chanton)
  • Hône e Bard (ripetitore di Bard)
  • Valtournenche (ripetitore di località La Muranche)
  • Torgnon, Antey-Saint-André, Chamois e La Magdeleine (ripetitore di Torgnon località Croix de Juine)
  • Pont-Saint-Martin e Donnas (ripetitore di Pont Saint Martin)
  • Saint-Nicolas, Aymavilles, Villeneuve e Introd (ripetitore di località Rumiod)
  • Montjovet (ripetitore di località Berger)

La Regione ricorda inoltre che per continuare a vedere l’intera programmazione televisiva sarà necessario essere dotati di tv o decoder in grado di supportare la ricezione in alta definizione, previa risintonizzazione del dispositivo secondo le procedure specifiche di ciascun modello. In caso contrario, i canali che verranno trasmessi in HD non saranno visibili.

Salvo imprevisti, secondo quanto riferito all’Amministrazione, le attività si dovrebbero completare indicativamente entro il prossimo 10 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società