Quale futuro per il biologico in Valle d’Aosta? La Regione avvia una consultazione pubblica

C'è tempo fino al 30 settembre 2020 per rispondere al questionario, anonimo e di veloce compilazione. L'obiettivo della consultazione: rilevare il grado di conoscenza e gradimento del settore in Valle d’Aosta
Image by Pixabay
Società

L’Assessorato dell’Agricoltura e Risorse Naturali ha lanciato una consultazione pubblica, attraverso un questionario online, per conoscere l’interesse per lo sviluppo dell’agricoltura biologica in Valle d’Aosta da parte di consumatori e agricoltori.

L’iniziativa nasce dal fatto che l’Unione Europea ha fissato l’obiettivo di aumentare in modo significativo la superficie coltivata con metodi biologici nei prossimi anni, nell’ottica non soltanto di ridurre sensibilmente l’impatto dei componenti chimici sull’ambiente, ma anche di migliorare la qualità del sistema agroalimentare e consentire ai consumatori l’accesso ad alimenti sani e sostenibili.

“Nella prospettiva quindi di prevedere azioni di sostegno e promozione del settore,  – spiega una nota – l’Assessorato ha deciso, in prima battuta, di ascoltare la voce di agricoltori e cittadini, per rilevare il grado di conoscenza e gradimento del settore in Valle d’Aosta, la propensione all’acquisto di prodotti biologici regionali e l’interesse da parte dei produttori per questo tipo di certificazione”.

L’indagine, realizzata dalle Strutture dell’Assessorato con il supporto scientifico dell’Università Bocconi, sarà completata da interviste ad alcuni agricoltori leader nel proprio settore volte ad approfondire, da un punto di vista aziendale, le opportunità offerte dall’adesione a questa forma di coltivazione.

Il questionario, anonimo e di veloce compilazione, è accessibile anche dalla homepage del sito istituzionale della Regione e dalle sezioni Agricoltura e Europa sempre del sito internet della Regione. Il termine per la compilazione è giovedì 30 settembre 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati