Società di Orlando Bonserio |

Ultima modifica: 10 Dicembre 2020 17:42

Sulle piste da sci del Valais arrivano i “Covid Angels”

Aosta - Un centinaio di addetti alle piste dovranno vigilare sul rispetto delle misure di sicurezza, oltre ad assicurare la prevenzione di incidenti sugli sci.

Comprensorio La Thuile

Le immagini degli assembramenti davanti alla partenza degli impianti di Verbier, in Svizzera, sono finite ampiamente sui giornali italiani, facendo arrabbiare chi a pochi chilometri dalle piste del Canton Vallese è obbligato a tenere chiuso. Forse anche per questo motivo il Valais, come riporta Le Nouvelliste, ha lanciato il progetto dei “Covid Angels”, un centinaio di addetti alle piste che dovranno vigilare sul rispetto delle misure di sicurezza, oltre ad assicurare la prevenzione di incidenti sugli sci.

Questi “angeli delle piste” avranno il compito di diffondere messaggi di informazione e prevenzione, di organizzare i flussi di persone tra i parcheggi e le partenze degli impianti e di gestire le eventuali file che si possono creare. Il budget del progetto è di 1,5 milioni di franchi, finanziato al 60% dai Fondi per l’impiego del Valais ed al 40% dalle società degli impianti di risalita.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo