Teleriscaldamento, nel 2019 la rete arriva a Tzambarlet

Diversi i lavori durante l'anno previsti nel Comune di Aosta. Possibile l'allaccio anche della Questura di Aosta.
Gli scavi di Telcha
Società

Proseguiranno anche nel 2019 i lavori di Telcha nel sottosuolo aostano, per la posa della rete di teleriscaldamento cittadina.

A spiegarlo è stato – durante le Commissioni comunali riunite in “plenaria” venerdì scorso – l’Assessore all’Ambiente Delio Donzel.

“La società – ha spiegato – ha depositato in data 7 gennaio il progetto esecutivo dei lavori previsti per il 2019. Essi riguarderanno essenzialmente la prosecuzione della rete in viale Europa, in via Volontari del Sangue, via Sinaia fino ad arrivare in via Montmayeur”.

Altri ancora sono invece in cantiere per quel che riguarda via Chavanne – comprendendo l’attraversamento della ferrovia -, per raggiungere via Grand Eyvia e corso Lancieri, nella zona sportiva di regione Tzambarlet.

Non solo, in previsione anche una serie di tratti secondari, spiega ancora Donzel “di via Guido Rey e via Chambéry, nel tratto da via Lys alla rotonda di viale Partigiani, nonché il collegamento tra i tratti esistenti da via Monte Pasubio a piazza Roncas, percorrendo via Tourneuve”.

Tra le novità anche un nuovo probabile “allaccio pubblico” nella zona ovest della città: “Potrebbe altresì concretizzarsi in corso d’anno – spiega ancora l’Assessore – la possibilità di allacciare la Questura di Aosta, a partire dalla dorsale di via Chambéry, lungo la via San Michele”.

Approfittando degli scavi di Telcha il Comune cercherà – come in passato – di fare manutenzione senza troppi oneri finanziari: “Il Servizio Idrico – chiude Donzel – provvederà a seguire i lavori e ad intervenire in concomitanza per la sostituzione delle proprie tubazioni”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Scuola