Tra le montagne della Valle d’Aosta la sperimentazione della banda larga senza fili. Il primo WiMax a disposizione dei turisti dello sci

La montagna non è più sinonimo di isolamento telematico. Da sabato è possibile trascorrere una settimana bianca nell'alta valle d'Ayas, in Valle d'Aosta, senza rinunciare alla possibilità di connettersi alla banda larga tramite...
Società

La montagna non è più sinonimo di isolamento telematico. Da sabato è possibile trascorrere una settimana bianca nell’alta valle d’Ayas, in Valle d’Aosta, senza rinunciare alla possibilità di connettersi alla banda larga tramite il proprio computer ad internet.

E’ il risultato di un progetto sperimentale, avviato da Fastweb, il secondo operatore italiano di servizi di telecomunicazione su rete fissa, realizzato in collaborazione con Siemens e Rai Way e promosso dalla Fondazione Ugo Bordoni e dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta. L’iniziativa rientra nelle attività legate alla sperimentazione WiMax che ha avuto inizio la scorsa estate con il coordinamento, a livello nazionale, della Fondazione Ugo Bordoni per testare l’affidabilità della tecnologia.

Grazie alla creazione di ponti radio appoggiati ai siti messi a disposizione da Rai Way, è stata collegata la stazione base WiMax che Siemens ha installata a Champoluc/Ayas Crest a 1900 metri di quota, per dare copertura al comprensorio della valle fino alle località di Frachey e Antagnod. Secondo Siemens, la realizzazione del network ha comportato un investimento di alcune centinaia di migliaia di euro.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società