Usl, tutti negativi i pazienti trasferiti per errore nei reparti Covid

A causa di un errore tecnico del software del laboratorio analisi avvenuto il 26 dicembre, dovuto ad una di interruzione del segnale di rete, erano emersi 61 falsi positivi. 15 persone erano state trasferite per errore nei reparti covid.
Esami in laboratorio (foto d'archivio)
Società

Sono risultati tutti negativi al Covid i pazienti trasferiti per errore nei reparti Covid dell’Ospedale Parini di Aosta e di Saint-Pierre. A causa di un errore tecnico del software del laboratorio analisi avvenuto il 26 dicembre, dovuto ad una di interruzione del segnale di rete, erano emersi 61 falsi positivi: 45 esterni e 16 ricoverati. 

L’errore era stato scoperto poco dopo e i 16 pazienti coinvolti erano stati riportati nei reparti di provenienza, in isolamento, in attesa di un nuovo tampone, eseguito oggi, lunedì 4 gennaio. Alcuni sono stati dimessi dall’ospedale ed altri mantenuti in regime di ricovero per patologie pregresse, non-covid.

“Una sola paziente risulta, al momento, positiva al virus: si tratta di una positività già rilevata il 30 dicembre, quindi l’incubazione è antecedente al tampone eseguito nella giornata del 27 dicembre” spiega l’Usl in una nota. La donna non era stata trasferita nel reparto covid (come alcuni altri pazienti del “gruppo” dei 16 falsi positivi). La paziente, attualmente, presenta una situazione clinica complessa ed è ricoverata in reparto Covid.

“L’intervento immediato degli operatori del laboratorio analisi,  – prosegue l’Usl Vda – che si sono resi conto tempestivamente degli esiti errati dei referti, ha permesso di individuare rapidamente i pazienti trasferiti nei reparti Covid e di riportarli nei reparti di origine, evitando così il rischio, peraltro contenuto grazie ad apposite misure di sicurezza, di un eventuale contagio”.

La Procura della Repubblica ha aperto nei giorni scorsi un fascicolo sull’accaduto. Per ora si tratta di un “modello 45” (“atti non costituenti notizia di reato”), pertanto senza la formulazione di ipotesi di reato, né l’iscrizione di indagati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte