Il Grosjean Wine Trail chiude in festa la stagione delle corse in montagna

Appuntamento tra le vigne di Quart sabato 8 ottobre con quattro diverse prove, tra cui una camminata enogastronomica.
Presentazione Grosjean Wine Trail
Sport

Su e giù per le vigne per 15 chilometri – per chi vuole partecipare alla prova competitiva, meno per chi vuole prendersela più comoda – con i colori dell’autunno a fare da sfondo alla fatica, prima della grande festa finale a base di prodotti del territorio e divertimento: è tutto pronto per la seconda edizione del Grosjean Wine Trail, in programma sabato 8 ottobre a Quart, in quattro diversi formati.

La manifestazione, che di fatto chiude la stagione dei trail, è stata presentata nella sede dell’azienda vinicola mercoledì 28 settembre, inondata di odori: “Siamo a fine vendemmia, ed è da pazzi organizzare un evento in questo periodo, ma c’è la volontà di farlo e siamo un’azienda giovane e dinamica”, confessa il padrone di casa Hervé Grosjean. “Fin dal 2019, quando abbiamo incontrato gli organizzatori dell’Asd Team Inrun, ci è piaciuta l’idea – che è anche un po’ una “provocazione” – di abbinare vino e sport. Sono nate anche delle belle collaborazioni, come quella con la Fondazione Ollignan: parte del ricavato dell’anno scorso è stato destinato ad un vigneto a labirinto spirale, nel quale passerà il percorso. Tranquilli, nessuno si perderà durante la gara”.

La valorizzazione del territorio è infatti uno degli aspetti fondamentali del Grosjean Wine Trail: oltre alla festa finale con la Favò di Ozein ed altri prodotti locali, è prevista una camminata enogastronomica nei vigneti di circa 3 chilometri, con quattro tappe, in cui degustare vini e cibi a chilometri zero. Con un occhio di riguardo all’ambiente, perché tutto sarà plastic free.

La parte sportiva prevede invece uno Young Trail per i più giovani (dai 3 ai 14 anni su diverse distanze: 500 metri, 1 e 2,5 km), una non competitiva da 10 km con 500 metri di dislivello ed una competitiva da 15 km con 700 metri di dislivello, in cui Xavier Chevrier e Stefania Canale cercheranno di difendere la vittoria dell’anno scorso. “Sarà un’impresa fare meglio della scorsa edizione”, dice emozionato Giovanni Ienaro, presidente dell’Asd Team Inrun, “ma ci teniamo a proporre una gara che sia qualcosa di diverso. Le novità di quest’anno, come il percorso enogastronomico e lo Young Trail, vanno proprio in questa direzione. Da sempre il nostro intento è stato quello di valorizzare il territorio ed offrire un momento di festa, promuovendo le eccellenze locali. Voglio però ringraziare anche la Fidal per la fiducia che ci ha dato”.

Il Grosjean Wine Trail, infatti, assegnerà anche il titolo di Campione regionale Fidal di trail: “L’organizzazione dell’Inrun è una garanzia e mi sento tranquilla, per questo abbiamo voluto organizzare il Campionato regionale”, scherza la presidente Liana Calvesi. “Unire promozione del territorio e sport, con anche la non competitiva e l’enogastronomica, vuol dire coinvolgere tante persone. Per me questa manifestazione è particolarmente importante perché mi sto molto impegnando per valorizzare le attività no stadia”.

Soddisfatte anche le amministrazioni, dal sindaco di Quart Fabrizio Bertholin, che riconosce in Grosjean “una ‘macchina’ della produzione, capace di ideare attività che sono da traino per il territorio”, all’assessore regionale allo sport e turismo Jean-Pierre Guichardaz, che sottolinea come “le attività outdoor, come lo sci e la corsa in montagna, siano state centrali nel dossier presentato per diventare Regione Europea dello Sport, di cui abbiamo avuto conferma nelle scorse settimane”.

Le iscrizioni a tutte le prove sono aperte fino al 6 ottobre o fino al raggiungimento del numero massimo di iscritti sul portale irunning.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport
Sport

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte