Attesa di un giorno in Pronto soccorso per avere un posto letto

Riceviamo e pubblichiamo lo sfogo dei familiari di un'anziana.
I lettori di AostaSera
I lettori di Aostasera

Buongiorno,

volevo esporre la mia indignazione su come si può in una città come Aosta tenere un’anziana di 79 anni in pronto soccorso per quasi 24 ore in attesa di un posto letto in ortopedia a causa di una caduta, che le ha procurato la rottura di due vertebre.
La signora è costretta ad aspettare un busto, per poter poi tornare a casa.
Mia suocera è entrata in Pronto soccorso ieri alle 13.30 e ci chiama per tenerci informati, non potendo noi entrare. Ieri alle 22 ci ha spiegato che l’avrebbero trasferita nel reparto di ortopedia e quindi le abbiamo portato i suoi effetti personali. Poi è rimasta lì. Oggi le hanno portato la colazione, una tazza di caffelatte che si è rovesciata però addosso, non potendo sedersi. E’ sola e non riesce a muoversi.
Abbiamo provato stamattina a chiamare il Pronto soccorso, che ci ha confermato che è ancora in attesa di un posto letto in ortopedia.
Helanna Goncalves

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

I lettori di Aostasera