Elezioni Comunali Valle d'Aosta 2020 di Silvia Pandolfini |

Ultima modifica: 4 Ottobre 2020 16:44

Comunali 2020: anche Champdepraz domenica e lunedì torna al voto

E’ stato “un fulmine a ciel sereno” il netto pareggio tra i due candidati sindaci che concorrono per il comune di Champdepraz: Jury Corradin e Monica Cretier. Per i cittadini indecisi (o curiosi): ecco un confronto dei programmi delle liste contendenti.

223 voti assegnati al sindaco uscente Jury Corradin e 223 conferiti a Monica Cretier, con i relativi vicesindaci Roberta Cout e Lucia Bertorello. Anche i cittadini di Champdepraz tornano al voto domenica 4 e lunedì 5 ottobre. 

Emerge naturale stupore davanti a una combinazione così inconsueta.

“È stato un fulmine a ciel sereno. Non avevo mai sentito parlare del ballottaggio” confessa la sua incredulità Monica Cretier “Sapevo sarebbe stata dura, siamo già molto soddisfatti di questo risultato. Ora stiamo cercando di recuperare i voti delle persone che non sono andate a votare o che non si sono espresse.”

Incredulo ancora il sindaco uscente Corradin.“Non ci aspettavamo questo risultato: è davvero difficile che venga fuori una combinazione del genere. Adesso speriamo che col ballottaggio i cittadini siano ponderati; mi auspico che abbiano capito l’impegno che abbiamo perseguito nei lavori intrapresi in questi anni, dappertutto. Spero che il 4 e il 5 la nostra lisca esca vincitrice”. .

Sono vari i punti che presenta la lista del primo cittadino uscente “Insieme per Champdepraz”; dal sociale all’urbanistica, dallo sport al turismo. ”C’è un po’ di tutto; solo progetti realizzabili, punti che trovano la continuità con i 5 anni precedenti. Non vogliamo fare interventi spot, ma crediamo che ci voglia una programmazione a lungo termine per migliorare il territorio e i servizi essenziali per la vita dei cittadini, quotidiana e non solo”

L’opposizione propone la creazione di commissioni tematiche specializzate in settori strategici (come turismo, cultura, manifestazioni) per coinvolgere totalmente i cittadini, rendendoli consapevoli delle problematiche e propositivi. Si presentano infatti come una “squadra pronta ad offrire all’interno del paese soluzioni nuove e differenti”.

Se venissero eletti, le priorità della lista guidata da Corradin sarebbero “dire di No alla discarica Chalamy”, cercando di ottenere tutti i documenti necessari per smettere di autorizzare questo tipo di intervento, e offrire appoggio dal punto di vista sociale: sostenendo le famiglie e “riportando il cittadino al centro del paese” attraverso interventi urbanistici. 

Convinta dell’urgenza, Monica Cretier assicura prontamente: “La prima cosa che farei è migliorare i disagi legati al Covid”. E’ comunque condiviso il dissenso per la discarica. Un’altra delle priorità di “Insieme si può per il futuro di Champdepraz” è quella di attivare la connessione della fibra ottica alle scuole, al municipio e alla biblioteca  comunale, progetto presente anche nel programma della lista avversa.

Turisticamente parlando entrambe le liste si focalizzano primariamente sul parco del Mont Avic. “Insieme per Champdepraz” intende “creare sinergie per perseguire i progetti” rivolti al parco, già ambiti nel corso dell’amministrazione precedente. Questa iniziativa comprendeva tre progetti, “tutti e tre con delle similitudini”, anticipa Corradin.

Per rafforzare il parco la lista sfidante si concentra sulla sua accessibilità: lo si vuole rendere agibile anche ai disabili, collocare piste ciclabili e valutare l’aggiunta di un servizio estivo di trasporto a pagamento. Tra le idee in cantiere emergono la possibile realizzazione di un parco avventura, la creazione di un marchio di qualità “come quello del parco del Gran Paradiso” e la promozione del turismo lento.

“Insieme per Champdepraz” vuole realizzare una scuola completamente nuova. “Abbiamo già iniziato un percorso negli anni passati per la verifica dei fondi europei a fondo perso per per i nostri alunni” specifica Corradin. Si ribadisce anche in questo ambito l’intenzione di lavorare in sinergia “di più” con la biblioteca organizzando mostre a tema su letteratura, pittura, scultura, ”tutto insomma” appura Corradin. I candidati li descrivono come “luoghi di aggregazione e fonti di pezzi di storia del nostro territorio”, che offriranno inoltre alle persone ottimi luoghi di incontro.  Si ha anche intenzione di creare un numero telefonico di servizio e di assistenza per anziani e persone con disabilità motorie, non esclusivo a momenti di emergenza, ma da usare anche in caso di malessere emotivo. “Nel momento in cui tali individui non hanno nessuno, sono a casa da soli e hanno voglia di parlare possono chiamare questo numero e trovare il sostegno, virtuale o di persona, di uno dei nostri componenti della lista”.

L’opposizione mira ad agevolare soprattutto le famiglie con bambini, organizzando un servizio di assistenza durante gli orari di lavoro dei genitori. In più si vuole potenziare la biblioteca, programmando mostre, manifestazioni culturali e altri incontri e collaborare con istituti scolastici anche di altri comuni.

I candidati

Lista “Insieme per Champdepraz”

Jury Corradin – Sindaco
Roberta Cout – Vice Sindaco

Denis Crétier, Loris Foy, Susy Perrin, Alessandro Chivino, Renzo Berger, Patrizia Caproni, Mauro Giovanzana, Anna Foy e Marcel Adam.

I candidati di Insieme si può per Champdepraz
I candidati di Insieme si può per Champdepraz

Lista “Insieme si può. Per il futuro di Champdepraz”

Monica Crétier – Sindaco
Lucia Bertorello – Vice Sindaco

Giuseppe Barbustel, Marco Daguin, Assunto Francesco D’Hérin, Matteo D’Hérin, Massimiliano Di Ruvo, Luciano Duroux, Barbara Gatti, Giada Pellerey e Francesco Soardo.

 

Monica Cretier
Monica Cretier

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>