Conclusi i lavori di una seconda linea di alimentazione elettrica a Valsavarenche

I lavori sono stati eseguiti in due lotti, il primo ha visto la posa di 7 km di cavo elettrico sotterraneo a media tensione da Buillet a Fenille, il secondo quella di 6 km da Fenille a Dégioz. Resta ancora da realizzare un terzo lotto. Il costo complessivo finale dell’intervento, a carico di Deval, ammonta a 680mila euro.
Dégioz Valsavarenche
Comuni

Si sono conclusi di recente, in Valsavarenche, i lavori di realizzazione di una seconda linea di alimentazione elettrica, eseguiti da Deval grazie ad una canalizzazione già esistente.

“Ogni anno, in inverno, a causa delle valanghe che danneggiano le linee, alcune zone restano senza luce e senza telefono, isolando completamente i residenti – ha spiegato il sindaco Giuseppe Dupont –. Grazie a questi lavori e all’attenzione dimostrata dalla Deval e dal Presidente Giorgio Pession, almeno fino a Dégioz, il problema non esisterà più”.

I lavori sono stati eseguiti in due lotti, il primo dei quali ha visto la posa di 7 km di cavo elettrico sotterraneo a media tensione da località Buillet a località Fenille, per 3,9 km nel comune di Introd e 3,1 km in quello di Valsavarenche. I costi relativi all’intervento sono di circa 400mila euro. La realizzazione del primo tratto ha permesso la rialimentabilità di 3 cabine e 39 clienti nelle località Chevrere, Molère e Fenille.

Il secondo tratto ha visto la posa di 6 km di cavo elettrico sotterraneo da località Fenille a località Dégioz. I costi relativi al secondo tratto ammontano a circa 220mila euro. La realizzazione del primo tratto ha permesso invece la rialimentabilità di 4 cabine e 255 clienti nelle località Bois de Clin, Rovenod e Dégioz.

Resta ancora da realizzare, con un terzo lotto di lavori, durante la prossima estate, lo spostamento della cabina di Dégioz dalla sede attuale al parcheggio lungo strada, per un costo stimato di 60mila euro. Il costo complessivo finale dell’intervento, totalmente a carico di Deval, ammonta a 680mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Comuni